È tempo che la scienza passi dal materialismo

Werner Heisenberg, uno dei padri fondatori della fisica quantistica, osservò una volta che la storia poteva essere divisa in periodi in base a ciò che le persone del tempo facevano della materia. Nel suo libro Physics and Philosophy, pubblicato nei primi anni ‘ 60, ha sostenuto che all’inizio del 20 ° secolo siamo entrati in un nuovo periodo. Fu allora che la fisica quantistica gettò via il materialismo che dominava le scienze naturali del 19 ° secolo.

Del materialismo, scrisse:

” la cornice era così stretta e rigida che era difficile trovare un posto in essa per molti concetti del nostro linguaggio che erano sempre appartenuti alla sua stessa sostanza, per esempio il concetto di mente, dell’anima umana o della vita. La mente potrebbe essere introdotta nel quadro generale solo come una sorta di specchio del mondo materiale.”

Oggi viviamo nel 21 ° secolo, e sembra che siamo ancora bloccati con questa visione stretta e rigida delle cose. Come Rupert Sheldrake lo mette nel suo nuovo libro, pubblicato questa settimana, The Science Delusion: “Il sistema di credenze che governa il pensiero scientifico convenzionale è un atto di fede, fondato su un’ideologia del 19 ° secolo.”

Questa è retorica provocatoria. Scienza un atto di fede? Scienza un sistema di credenze? Ma allora in quale altro modo spiegare la presa della cosmologia meccanicistica, fisicista, senza scopo? Come ha spiegato Heisenberg, i fisici tra di loro hanno da tempo smesso di pensare agli atomi come cose. Esistono come potenzialità o possibilità, non oggetti o fatti. Eppure, il materialismo persiste.

Heisenberg ha raccomandato di rimanere in contatto con la realtà mentre la sperimentiamo, vale a dire tenendo un posto per le concezioni della mente e dell’anima. La visione meccanicistica passerà, era certo. In un certo senso, la carriera scientifica di Sheldrake è stata dedicata al suo rovesciamento. Ha iniziato in un post mainstream come direttore degli studi in biologia cellulare presso l’Università di Cambridge, anche se ha sfidato l’ortodossia quando ha proposto la sua teoria dei campi morfogenetici.

Questo è progettato per spiegare, ad esempio, la struttura enormemente complessa delle proteine. Un approccio convenzionale, che potrebbe essere descritto come bottom-up, ha molecole proteiche che “esplorano” tutti i modelli possibili fino a stabilirsi su uno con un’energia minima. Questa spiegazione funziona bene per molecole semplici, come l’anidride carbonica. Tuttavia, le proteine sono grandi e complicate. Come osserva Sheldrake: “Ci vorrebbe una piccola proteina circa 1026 anni per farlo, molto più a lungo dell’età dell’universo.”

Di conseguenza, alcuni scienziati propongono spiegazioni olistiche dall’alto verso il basso. La proposta particolare di Sheldrake è che tali sistemi di auto-organizzazione esistono in campi di memoria o abitudine. Questi contengono le informazioni necessarie per rendere la struttura.

Senza paura, estende la speculazione ad abbracciare una serie di fenomeni che molte persone sperimentano. Telepatia telefono è uno, quando si sta pensando a qualcuno proprio come telefono. O il senso di essere fissato. L’idea, approssimativamente, è che le nostre intenzioni possano essere comunicate attraverso campi mentali che sono come campi morfogenetici. Ci collegano-anche se nel mondo moderno, con le sue distrazioni ideologiche e tecnologiche, non siamo molto bravi a notarli.

Sheldrake deve continuamente combattere il suo angolo. Nel nuovo libro, registra un incontro con Richard Dawkins, quando l’eminente ateo stava facendo la sua serie TV 2007 Nemici della ragione. Sheldrake ha suggerito di discutere le prove reali per la telepatia. Dawkins ha resistito. “Non c’è tempo. E ‘ troppo complicato. E questo non è ciò che il programma è di circa,” Sheldrake riferisce Dawkins dicendo, prima di se stesso replicare che non era interessato a prendere parte a un altro “esercizio di debunking di basso grado”. Secondo quanto riferito, Dawkins ha risposto: “Non è un esercizio di debunking di basso livello; è un esercizio di debunking di alta qualità.”

Ammiro Sheldrake per il suo straordinario buon umore, visti i decenni di abusi che ha subito. Questo modo si imbatte nell’Illusione della Scienza perché, in fondo, è un appello appassionato per la visione del mondo materialista, finalmente, definitivamente, da sfidare.

Se le sue teorie resisteranno o meno alla prova del tempo è un’altra domanda. In un articolo pubblicato nel Journal of Consciousness Studies nel novembre 2011, Fraser Watts li esamina al valore nominale e, in generale, li trova suggestivi ma desiderosi. Ad esempio, Sheldrake concepisce i campi mentali attraverso l’analogia di un’ameba: come un’ameba estende i suoi pseudopodi e tocca l’ambiente circostante, allo stesso modo la telepatia e simili sarebbero il risultato di “pseudopodi mentali” estesi nel mondo intorno a noi.

L’analogia ha il vantaggio di naturalizzare la percezione extrasensoriale, osserva Watts. Ma solleva anche problemi. Ad esempio, come sarebbe possibile “toccare” mentalmente oggetti che non esistono, come accadrebbe quando si contempla un centauro? Watts conclude: “Un adeguato resoconto della mente deve comprendere sia la descrizione in prima che in terza persona, mentre l’idea di un “campo”, insieme alle altre descrizioni spaziali che Sheldrake usa, sembrano essere esclusivamente descrizioni di tipo in terza persona.”Stranamente, questo è un atteggiamento sorprendentemente 19 ° secolo di avere.

Tuttavia, Sheldrake deve accettare un impegno così serio con il suo lavoro. Potrebbe non avere ragione nei dettagli. Ma ha sicuramente ragione, con Heisenberg, nell’insistere sul fatto che la visione del mondo materialista deve andare.

• Questo articolo è stato modificato il 28 gennaio 2012. La formattazione apice in una citazione di Rupert Sheldrake è stato perso nel processo di produzione, lasciando con un riferimento a 1026 anni invece di 1026. Questo è stato corretto

{{#ticker}}

{{topLeft}}

{{bottomLeft}}

{{topRight}}

{{in basso a destra}}

{{#goalExceededMarkerPercentage}}

{{/goalExceededMarkerPercentage}}

{{/ticker}}

{{titolo}}

{{#paragrafi}}

{{.}}

{{/punti}}{{highlightedText}}

{{#cta}}{{testo}}{{/cta}}
mi Ricordano nel Maggio

metodi di pagamento Accettati: Visa, Mastercard, American Express e PayPal

Ci terremo in contatto per ricordare a contribuire. Cerca un messaggio nella tua casella di posta a maggio 2021. Se avete domande su come contribuire, non esitate a contattarci.