ARAGOSTE, GAMBERETTI E KRILL

CROSTACEI

20120519-shrimp.jpg
i crostacei di gamberetti sono un gruppo eterogeneo che include granchi, aragoste, gamberetti, krill, gamberi, pulci d’acqua, copepodi, cirripedi e poche creature terrestri come woodlice. Sono generalmente creature acquatiche che hanno gusci duri e senza spina dorsale e respiro attraverso le branchie. Sono generalmente spazzini che si nutrono di detriti. I loro gusci sono fatti di chitina, lo stesso materiale che costituisce i gusci degli insetti.

I crostacei appartengono al phylum degli artropodi insieme a insetti, millepiedi, millepiedi e aracnidi (inclusi ragni e scorpioni). Gli artropodi rappresentano tre quarti di tutti gli animali conosciuti. Tutti hanno esoscheletri fatti di chitina; un corpo diviso in segmenti e protetto da cuticola; gambe snodate disposte a coppie; un sistema circolatorio aperto con organi immersi in un liquido chiamato emolinfa che viene pompato intorno al corpo dal cuore; e un sistema nervoso composto da corde nervose accoppiate.

I primi crostacei apparvero circa 500 milioni di anni fa quando i trilobiti dominavano i mari. Le varietà precoci erano simili ai trilobiti, tranne che avevano due paia di antenne piuttosto una. Oggi ci sono circa 35.000 diverse specie di crostacei – – – quattro volte il numero totale di specie di uccelli. La maggior parte si trova tra rocce e barriere coralline. Alcuni di quelli che si trovano nelle barriere coralline sono piuttosto colorati.

20120519-Lobster.jpg
Lobster Siti Web e risorse: National Oceanic and Atmospheric Administration noaa.gov/ocean ; Smithsonian Oceans Portal ocean.si.edu/ocean-life-ecosystems ; Ocean World oceanworld.tamu.edu ; Woods Hole Oceanographic Institute whoi.edu ; Cousteau Society cousteau.org ; Montery Bay Aquarium montereybayaquarium.org

Risorse e Siti web su Pesci e Vita Marina: MarineBio marinebio.org/oceans/creatures ; Censimento della Vita Marina coml.org/image-gallery ; Vita Marina Immagini marinelifeimages.com/photostore/index ; Specie Marine Galleria scuba-equipment-usa.com/marine

Risorse e Siti web su Barriere Coralline: Coral Reef Informazioni di Sistema (NOAA) coris.noaa.gov ; International Coral Reef Iniziativa icriforum.org ; Articolo Wikipedia Wikipedia; Coral Reef Alliance coral.org ; Global Coral reef Alliance globalcoral.org ; Barriera Corallina Immagini squidoo.com/coral-reef-pictures ; La rete globale di monitoraggio della barriera corallina; la rete internazionale di azione della barriera corallina.

Libro: La vita segreta delle aragoste di Trevor Corson (HarperCollins 2004)

Caratteristiche dei crostacei

20120519-800px-Anatomy_of_a_shrimp_2.png
Anatomia di un gamberi Crostacei hanno due paia di antenne e gli occhi composti su steli. La testa e il torace sono spesso coperti da uno scudo o carapace e la parte anteriore di questo si estende per formare una proiezione chiamata rostro. I crostacei impiegano una serie di strategie durante l’alimentazione. Le grandi specie catturano la preda e la uccidono schiacciandola, stordendola o facendola a pezzi. Altri sono alimentatori filtro che utilizzano le loro appendici toraciche per impostare le correnti davanti alla loro bocca che attingono acqua che può essere filtrata per piccole particelle di cibo. Altri ancora usano le loro appendici per pulire o radicare attraverso sabbia, fango, alghe e altri materiali.

I crostacei hanno una serie di appendici accoppiate che chiamiamo gambe che sono alimentate da muscoli interni all’interno dell’esoscheletro. Questi sono stati adattati per le loro esigenze particolari. Molti hanno evoluto le zampe anteriori in artigli e tenaglie (noti agli scienziati come chelipedi). Le gambe centrali sono generalmente utilizzate per pagaiare o camminare.

Le appendici dei crostacei hanno due rami e hanno una serie di funzioni, tra cui movimenti, sensoriali, respirazioni e covate di uova. La prima coppia, spesso artigli o tenaglie, viene utilizzata per la difesa, la manipolazione del cibo e persino la comunicazione sessuale. Le appendici toraciche chiamate perepodi hanno tipicamente branchie. La parte basale di alcune appendici aiuta a camminare mentre il segmento addominale ha spesso appendici di nuoto accoppiate chiamate pleopodi o nuotatori.

I muscoli delle gambe dei crostacei sono attaccati ai rebbi vicino ai punti all’interno dell’esoscheletro. Le articolazioni possono muoversi solo su un piano. Per aggirare questa limitazione, i giunti sono spesso raggruppati in due o tre su ogni zoppicare. Sono spesso vicini tra loro, ognuno dei quali opera su piani diversi, il che consente all’arto di muoversi in una varietà di direzioni.

Esoscheletri di crostacei

20120519-shrimp-_Flickr_-_NOAA_Photo_Library.jpg
gamberetti L’esoscheletro di chitina dei crostacei è rafforzato con carbonato di calcio. Poiché operano quasi bene sulla terra come in acqua, molti tipi di crostacei emergono dall’acqua sulle spiagge e sulle rive o sopravvivono facilmente se esposti dalle basse maree.

Poiché i gusci non possono espandersi o crescere, i crostacei devono periodicamente gettare i loro gusci e coltivarne di nuovi. Prima che un crostaceo muta assorbe gran parte del carbonato di calcio dal suo vecchio guscio nel suo sangue. Ciò indebolisce il vecchio guscio e consente di versarlo più facilmente.

Il nuovo guscio è secreto sotto forma di pelle rugosa sotto il vecchio guscio che si divide e rimane per lo più intatto, simile a un fantasma traslucido del suo precedente occupante, mentre l’animale striscia fuori. L’animale cresce e gonfia il suo corpo assorbendo acqua. La pelle si gonfia e allunga le rughe e si indurisce gradualmente in guscio. Mentre il guscio si indurisce il crostaceo è vulnerabile agli attacchi e deve nascondersi.

Gli arti della maggior parte dei crostacei ricrescono se vengono persi. Un quarto dei granchi maschi in un sondaggio ha perso i loro artigli in combattimento. Alcune specie di crostacei possono ricrescere il primo set di arti persi, ma non un secondo set. Molluschi come aragoste, granchi e gamberetti diventano rossi quando cotti perché accumulano pigmento rosso dal mangiare determinati plancton e alghe. I pigmenti si legano con le proteine nel guscio, rendendoli invisibili fino a quando la cottura rompe il legame e rivela il rosso.

Aragosta

20120519-aragosta spinosa TucacasBajoMeroPanulirusArgus.JPG
aragosta spinosa Ci sono due tipi principali di aragoste: 1) Aragoste americane, con grandi artigli; e 2) aragoste spinose senza grandi artigli. Le aragoste spinose sono talvolta chiamate aragoste di roccia o gamberi. Si trovano negli oceani tropicali di tutto il mondo.

Le aragoste attraversano lo stadio larvale. Superlobster è un termine talvolta usato per descrivere le larve pollice-chiodo-size poco prima che avanzano allo stadio adulto. L’aspetto come aragoste, ma può nuotare come pesci. È l’unica volta nella loro vita che le aragoste possono nuotare in avanti. Il loro obiettivo principale è trovare una fessura in cui nascondersi. Dopo che l’obiettivo è raggiunto l’aragosta trascorre i prossimi anni nascondendosi lì.

L’aragosta più grande mai registrata è un’aragosta americana intrappolata al largo della Nuova Scozia nel 1977. Pesava 44 libbre e 6 once ed era lungo 3½ piedi. In questi giorni è insolito prendere uno che pesa più di tre chili. Occasionalmente si ottengono aragoste americane blu brillante a causa di un difetto genetico.

Caratteristiche dell’aragosta

Le aragoste possono camminare lentamente in avanti ma muoversi più rapidamente all’indietro con propulsione a getto e movimenti rapidi della coda. Di notte l’aragosta cerca cibo mentre i pesci che sono attivi durante il giorno dormono in alcune delle grotte occupate dalle aragoste.

20120519-Lobster_300.jpg
le aragoste hanno occhi composti che si muovono su steli e lunghe antenne che percepiscono i movimenti dell’acqua. Le antenne, gli artigli e il corpo sono coperti da migliaia di peli sensoriali che vengono utilizzati per trovare cibo e rilevare i predatori. Utilizzando video ad alta velocità, coloranti e laser, gli scienziati hanno scoperto che i peli intrappolano “pennacchi di odore” e spostando le loro antenne le aragoste raccolgono un’ampia varietà di dati basati sui “pennacchi di odore.”La Marina sta cercando la tecnica come un possibile modo per rilevare mine ed esplosivi in mare.

Le aragoste versano periodicamente i loro gusci per far posto ai loro corpi in crescita. Possono essere necessarie diverse settimane per far crescere un nuovo guscio e questo è quando le aragoste sono più vulnerabili. Se un’aragosta perde un arto. Uno nuovo ricresce. La muta di aragoste può essere un compito arduo. L’esoscheletro dell’aragosta include i denti nello stomaco per macinare il cibo, Questo viene strappato prima che il guscio venga libero. A volte le aragoste non possono gettare con successo i loro gusci e morire.

Uno studio norvegese ha rilevato che le aragoste molto probabilmente non si sentono pian quando vengono lasciate cadere in acqua calda. Altri studi non hanno rivelato alcuna prova di qualcosa di simile ai recettori del dolore. Il sistema nervoso dell’aragosta è complesso quanto quello di una mosca della frutta.

Linee conga aragosta e altri comportamenti aragosta

20120519-LobsterDurer-homard.jpg
Durer disegno di un’aragosta Aragosta spinosa trascorrere la maggior parte del loro tempo in grotte o crepacci nella barriera corallina, con solo le loro antenne sporgenti. Spesso caratterizzati come solitari solitari, sono in realtà abbastanza sociali, preferendo uscire nelle caverne con gli altri. Combattono molto però e spesso sfogano la loro rabbia facendo pipì ai loro rivali usando una vescica che è sulla loro testa.

Le aragoste spinose producono un rumore raspante quando sono minacciate dall’anguilla del grongo strofinando le loro dure antenne lungo una punta dentata che proietta dalla loro testa tra i loro occhi. Tutte le aragoste che sentono il rumore si riparano nelle loro caverne. Nell’acqua più fredda e più profonda le temperature corporee delle aragoste scendono. Questo li aiuta a risparmiare energia e ad abbassare il loro fabbisogno alimentare in un periodo dell’anno in cui le scorte di cibo sono basse.

Le aragoste spinose nelle barriere coralline al largo della Florida e delle Bahamas formano massicce linee di conga con un massimo di 50 individui e migrano verso acque relativamente calde quando le prime tempeste autunnali sollevano l’acqua. Le aragoste marciano attraverso il fondo sabbioso del mare in un unico file, testa a coda, testa a coda, e così via, dirigendosi verso acque profonde dove sono al sicuro da sfornare l’acqua della tempesta. Mantengono il contatto attraverso il contatto con le loro antenne o la vista dell’aragosta di fronte a loro. Formando linee li aiuta da ottenere bussato intorno, riduce la resistenza e fornire protezione dai predatori. Quelli che vengono lasciati alle spalle sono sgranocchiato da pesce pappagallo o pesce balestra.

Riproduzione aragosta

20120519-Lobster_claw_rhyton_Met_23.160.57_SR.jpg
antiche femmine rhyton artiglio aragosta producono diverse migliaia di uova. Dopo la deposizione delle uova, la femmina secerne una colla e fissa le uova ai suoi nuotatori (pagaie frangiate che pendono dall’addome) e le trasporta per un massimo di 12 mesi. Quando le uova si schiudono le larve non assomigliano agli adulti. Le larve muta tre volte in 15 un 18 giorni e cominciano a guardare come adulti. Quando hanno un anno hanno muta 14 a 17 volte e sono due o tre pollici di lunghezza. Raggiungono l’età adulta intorno ai cinque anni.

Si pensa che le femmine di aragosta americana si accoppino solo una volta nella loro vita. Non è noto quanto tempo ci vuole per raggiungere la maturità sessuale, le stime vanno da cinque a nove anni.

Descrivendo il sesso dell’aragosta Trevor Corson, autore di un libro sulle aragoste, ha detto a U. S. News and World Report: “La femmina spruzza l’urina nell’appartamento del maschio, fondamentalmente drogandolo alla sottomissione. Poi lei andare a vivere con lui e ottenere PMS—premolting sindrome. Diventa irritabile, infila un sacco di ghiaia intorno al posto. Egli è comprensivo e tenero; aspetta che lei muta, che le sue gambe possano stare in piedi, poi la gira sulla schiena e la monta. La femmina ha un ricettacolo seminale, una specie di fanny pac. il maschio guida i suoi nuotatori proprio nel sacchetto. Poi tira alcuni pacchetti di sperma in una spina per il suo ricettacolo seminale in modo che nessun altro maschio possa arrivarci.”

C’è molto sulle aragoste che rimane un mistero. Ad esempio, ci sono stati raccolti record di aragoste americane nel Golfo del Maine, ma trappole vuote in più a sud intorno a Cape Cod. Nessuno sa perché. Alcuni pensano che sia legato alla pesca eccessiva di pesci come merluzzo, eglefino e nasello che si nutrono di aragoste.

Krill

20120519-800px-Antarctic_krill_(Euphausia_superba).jpg
Krill antartico I krill sono crostacei simili a gamberetti che formano enormi masse nel mare aperto. Si nutrono mentre nuotano, intrappolando particelle di cibo in strutture simili a peli e sono le fonti di cibo primarie per un certo numero di animali marini tra cui balene, delfini, pinguini e altri uccelli marini. Krill ha l’insolita distinzione di essere una delle poche creature che può invertire la muta in gusci più piccoli quando il cibo scarseggia.

Secondo alcuni studi i numeri di krill nei mari del sud e in Antartide nel 2004 erano un quinto di quello che erano nel 1975. Questo potrebbe essere un effetto diretto del riscaldamento globale. Il declino di uccelli marini come murre e auklets è stato collegato al declino delle popolazioni di krill. Le piccole aucle di Cassin, un parente delle pulcinelle di mare, hanno tradizionalmente nutrito il loro giovane krill dopo la schiusa, ma negli ultimi anni il krill si è presentato tardi, facendo morire di fame i giovani uccelli. La comparsa tardiva del krill è attribuita ai cambiamenti climatici che hanno causato venti deboli che a loro volta impediscono l’upwelling delle acque ricche di nutrienti dalle profondità dell’oceano, privando il krill di cibo. L’assenza di krill ha anche portato ad un crollo della popolazione di scogli che a sua volta hanno portato ad un calo delle popolazioni di murre che si nutrono di loro.

Il krill è ricco di acidi grassi omega 3. Le aziende norvegesi e canadesi stanno già commercializzando pillole per la salute di krill. I crostacei vengono anche raccolti per enzimi speciali che possono essere utilizzati dai chirurghi per pulire le ferite e anche per pulire le lenti a contatto.

C’è qualche discussione sulla maggiore raccolta umana di krill. Allo stato attuale solo circa 100.000 tonnellate vengono prese ogni anno, ma alcuni prevedono che la cifra potrebbe salire a diversi milioni di tonnellate in un futuro non lontano, soprattutto quando aumenta la domanda di fonti proteiche. Già ci sono preoccupazioni per la pesca eccessiva del krill. Secondo alcuni studi i numeri di krill in Antartide nel 2004 erano al quinto posto quello che erano nel 1975.

La Cina ha inviato in Antartide gli sciami di krill come fonte di proteine per l’industria ittica. Gli ambientalisti sono preoccupati perché stanno prendendo di mira le aree costiere in cui foche e pinguini si affidano al krill come una delle loro fonti primarie di cibo.

Cinese andando per il Krill nell’Oceano del Sud

20120519-795px-Meganyctiphanes_norvegica.jpg
gli ambientalisti del krill settentrionale avvertono di un potenziale disastro in Antartide mentre la Cina cerca di sfruttare l’ultimo oceano non sfruttato del mondo. I pescherecci da traino cinesi si stanno preparando a navigare verso l’Oceano Meridionale per raccogliere il krill, le creature simili a gamberetti su cui sopravvivono le colonie di pinguini e foche del continente.

Due navi sono state inviate quest’anno per pescare gli sciami di krill che convergono al largo della costa dell’Antartide, che sostiene anche le balene blu che navigano in acque più profonde. La Cina sta progettando una nuova spedizione come parte di un programma di esplorazione di 5 anni per indagare il potenziale del krill per fornire oli proteici e omega-3 per alimentare la sua fiorente industria ittica.

L’esaurimento del cibo potrebbe avere conseguenze disastrose. Gli scienziati marini lamentano che la pesca eccessiva aveva consumato circa il 95 per cento dei pesci di grandi dimensioni in molti mari del mondo e ha spinto alcune specie sull’orlo del collasso. Anche se le catture di krill cinesi sono state finora piccole – – – a circa 115.000 tonnellate all’anno da uno stock che gli scienziati stimano potrebbe supportare un raccolto di 3.5 milioni di tonnellate – – – mascherano l’ampia dispersione del krill.

20120519-shrimp548_-_Flickr_-_NOAA_Photo_Library.jpg
Gerry Leape del Pew Environment Trust dice: “Il problema è l’esaurimento delle prede per i predatori di krill terrestri. Poiché sono costretti a spostarsi più lontano in mare aperto per nutrirsi, questo potrebbe avere un impatto sul loro successo riproduttivo.”L’inefficienza agricola e alimentare e i rischi per l’ambiente sono esposti ancora una volta.

Gamberetti

I gamberetti sono piccoli crostacei. Hanno lunghe antenne, una doppia coda a forma di pesce e dieci zampe a forma di pagaia per camminare sul fondo. Le sue altre appendici sono usate per nuotare. Un vero gambero ha due appendici sul lato della testa. Il gambero ha un unico becco affilato. I gamberi sono solitamente più grandi dei gamberetti.

I gamberetti si trovano in una varietà di habitat: barriere coralline, mangrovie, aree costiere. Quelli serviti nei ristoranti di solito vivono sul fondo dell’oceano e vengono catturati nelle zone costiere con reti di dragaggio o allevati in allevamenti di gamberetti.

I gamberetti vengono catturati in acque sabbiose e leggermente fangose dove la salinità favorisce la crescita del plancton. La pesca dei gamberetti si ferma quando i gamberetti depongono le uova e le larve si schiudono. Le larve migrano verso un’area del mare dove la salinità è bassa. La stagione principale dei gamberetti inizia quando i gamberetti nuotano rapidamente da acqua bassa ad alta salina.

Tipi di gamberetti

Molti dei gamberetti consumati dagli esseri umani e dai pesci sono gamberetti opossum. Si trovano principalmente in esturine o acque marine, sono nuotatori liberi con lunghi, corpi allungati morbidi e sensori di movimento distintivi alla base di una coppia interna di appendici flaplike su entrambi i lati della loro ventola di coda. Molti sono pallidi o traslucidi. Alcuni sono rossi.

20120519-shrimpReef1157_-_Flickr_-_NOAA_Photo_Library.jpg
I gamberetti più puliti raccolgono parassiti, funghi e parassiti dai pesci. Alcuni pesci tirare fino a sezioni di barriera abitata con gamberetti più pulito come le auto tirando fino a un autolavaggio e attendere in linea per il loro turno da pulire. I gamberetti anche salire in bocca di anguille morali per pulire i denti. Forniscono anche un servizio medico gratuito pulendo i parassiti che si riuniscono intorno alle ferite aperte del pesce e scacciano i piccoli predatori che si nutrono delle uova dei pesci.

Ci sono tutti i tipi di gamberetti là fuori. I gamberetti della pistola producono un forte rumore di cracking dislocando i loro artigli. I gamberetti re si trovano spesso in luoghi in cui si accumulano piante del Mar Morto, fango e sabbia fine. I gamberetti alla menta caraibica nascono maschi e diventano femmine man mano che maturano. “Femmine” con organi e condotti che producono sperma che possono essere utilizzati per fertilizzare altre ” femmine.”I gamberi spot hanno un ciclo di vita simile. Più grande è il gambero più uova può trasportare.

Un certo numero di gamberetti ha relazioni simbiotiche con altre forme di vita marina. I gamberetti commensali vivono tra i piedi del tubo sul braccio della stella marina, pascolando su cellule morte della pelle, muco e altri detriti. I ricci di mare che sembrano intrappolati all’interno di una piccola tormenta localizzata sono infatti circondati da centinaia di minuscoli gamberetti in procinto di deporre le uova. Alcuni di questi gamberetti hanno sacchetti simili a canguri. I gamberetti sono piccoli pesci che cercano minuscoli gamberetti e li inalano nelle loro bocche tubulari.

I gamberetti mantidi e i gamberetti a scatto

I gamberetti mantidi sono tra i gamberetti più colorati. Sono disponibili in una varietà di colori psichedelici speculari. Uno è giustamente chiamato il gambero pavone. Hanno anche una vista molto acuta quando si tratta di colore.

La mantide possiede gli occhi più complessi in natura. Ruotano separatamente di 180 gradi come un camaleonte e forniscono una superba percezione spaziale. Forniscono anche una straordinaria “visione trinoculare” utilizzando recettori visivi in tre bande distinte e 16 diversi tipi di cellule retiniche che percepiscono la luce, tra cui quattro per le luci ultraviolette e la luce polarizzata. Al contrario gli esseri umani hanno solo quattro tipi di tipi di cellule retiniche e non possono vedere la luce ultravioletta o polarizzata. Inoltre, si ritiene che i gamberetti mantide abbiano otto tipi di cono nei loro occhi per rilevare il colore che la maggior parte dei pesci ne ha quattro.

20120519-shrimpParella_de_gambes.JPG
Gli occhi di gambero di mantide elaborano gran parte delle informazioni che ricevono prima ancora che raggiungano il cervello, riducendo il carico di lavoro sul cervello. Ogni piccola cupola sulla superficie dell’occhio del gambero è una cornea separata che ammette la luce. La cornea si connette a un cono cristallino e fotorecettori chiamati rhabdon. L’elaborazione della luce più specializzata si verifica nei fotorecettori centrali. Questi forniscono letture dettagliate dalla luce disponibile.

Le mantidi hanno artigli specializzati che si piegano come lame di coltello. Letali per la vita marina e pericolosi per l’uomo, sono abbastanza forti da rompere il vetro e capovolgere in frazione di secondo per lanciare o distruggere pesci, granchi o gamberetti mantide rivali. Un biologo ha detto al National Geographic: “Ho ricevuto una lettera da un chirurgo sudafricano che ne ha preso uno durante le immersioni. Il suo dito era così male mutilato che hanno dovuto amputare.”

I gamberetti schioccanti producono un rumore così forte che i sottomarini usano il rumore per nascondersi dal sonar. I gamberetti fanno il rumore attraverso la “cativazione”, che è normalmente prodotta dalla turbolenza causata dagli oggetti che si muovono molto rapidamente attraverso l’acqua. Snapping gamberetti hanno un artiglio relativamente gigante che scatta, producendo un flusso di acqua che si muove a 70 mph. La pressione dell’acqua provoca piccole bolle di espandersi. Entro un microsecondo la pressione viene equalizzata e le bolle si comprimono, producendo un suono forte e un’onda d’urto, abbastanza potente da stordire la preda.

I gamberetti schioccanti sono ascoltati molto di quanto non siano osservati. Spesso vivono all’interno di spugne e sono le uniche specie marine conosciute che vivono in colonie che assomigliano alle colonie di api e vespe. La colonia è spesso composta da due genitori e un intero gruppo di figli maschi cresciuti.

La pesca dei gamberetti e la distruzione che provoca

20120519-Trawl_catch_of_myctophids_and_glass_shrimp the_bottom_200_meters_depth.jpg
Pesca a strascico di mictofidi e vetro
gamberetti a 200 metri di profondità inferiore Gamberetti è un multi-miliardi di business globale e crescente diventando uno in cui il mondo in via di sviluppo sta alimentando il mondo sviluppato. Nel 2001, gamberetti superato tonno come il No. 1 frutti di mare negli Stati Uniti. Gran parte dei gamberetti del mondo proviene da luoghi come Thailandia, Cina, India, America Latina e Sud-est asiatico.

I gamberetti selvatici sono spesso catturati con reti a strascico, reti ponderate che vengono trascinate lungo il fondo dell’oceano. Gli ambientalisti condannano la pratica perché danneggia il fondo del mare, strappandolo come un bulldozer. Gli studi dimostrano che la vita marina diminuisce nei luoghi in cui operano i pescherecci da traino di gamberetti e gamberi. Gli ambientalisti stanno spingendo per l’uso di trappole per gamberetti che siedono sul fondo dell’oceano e danneggiano altre forme di vita marina.

Le operazioni di pesca dei gamberi e dei gamberetti sono responsabili di un terzo delle catture rigettate a livello mondiale. In alcuni casi 10 chili di catture accessorie viene buttato fuori per ogni un chilo di gamberetti catturati. Alcuni studi hanno dimostrato che i gamberetti costituiscono solo il cinque per cento del materiale tirato su da reti di trascinamento. Il pesce morto catturato dai pescatori di gamberetti viene gettato in mare.

La pesca dei gamberetti è particolarmente pericolosa per i cavallucci marini e le tartarughe. La pesca a strascico uccide circa 150.000 tartarughe marine all’anno. Vedi Tartarughe

Allevamenti di gamberetti

20120515-shrimp farm Construction_Pekalongan.jpg
costruzione di una fattoria di gamberetti Un quarto di tutti i gamberetti prodotti viene allevato nelle fattorie di gamberetti. La maggior parte sono allevati in gigantesche, artificiali stagni di allevamento di gamberetti rettangolari e penne che sono pieni di acqua di mare costiera diretto e controllato da dighe. I gamberetti sono alimentati mangimi gamberetti che viene prodotto a livelli industriali. I gamberetti vengono raccolti circa due volte l’anno

Fino a poco tempo fa, l’esportazione di gamberetti e gamberi era attività lucrative. I gamberetti tigre nera sono spesso le specie preferite. Ma maggio stanno alzando gamberetti bianchi, che costano meno per produrre e sono immuni da alcune malattie.

Thailandia, Ecuador e Filippine sono stati pionieri dell’allevamento di gamberetti. Ora l’allevamento di gamberetti è un’industria importante in Brasile, Cina, India, America centrale e in tutto il sud-est asiatico.

Gli stagni di gamberetti al coperto sono stati sviluppati con controlli di temperatura e qualità dell’acqua. Questi sono visti come il futuro perché i gamberetti possono essere raccolti cinque volte l’anno e sono schermati meglio dai virus e molti problemi ambientali sono ridotti. La produzione è quasi più coerente e prevedibile.

L’allevamento di gamberetti è minacciato dall’eccesso di offerta. A volte gli agricoltori non sono in grado di vendere tutto il pescato. Così tanti gamberetti sono aumentati il prezzo è crollato. Gli agricoltori stanno lavorando molto duramente per allevare meno gamberetti. Oltre a ciò i virus hanno devastato gli stock di allevamento in Ecuador e Cina a metà degli anni 1990 e in Thailandia nei primi anni 2000, mentre gli agricoltori sono stati colpiti da restrizioni più severe sull’uso di antibiotici.

Costi ambientali dell’allevamento di gamberetti

20120515-Allevamento di gamberi _HONDURAS_L7_1987-99 1.jpg
Zona costiera dell’Honduras nel 1987 Ci sono una serie di problemi ambientali associati con l’allevamento di gamberetti. Gli stagni di gamberetti spesso non hanno rivestimento, quindi l’acqua salata percola attraverso il terreno sabbioso, contaminando le riserve idriche e le falde acquifere di acqua dolce. Le acque reflue delle fattorie vengono immesse nei canali che si svuotano nei fiumi utilizzati per l’acqua potabile e nel mare. Le malattie causate dal sovraffollamento nelle fattorie sono spesso trattate con cloramfenicolo – – – un potente antibiotico senza un livello sicuro noto di consumo umano. In alcuni luoghi, in particolare in Thailandia, gli allevamenti di gamberetti generano così tanto inquinamento che le fattorie vengono abbandonate e la terra non è in grado di produrre nient’altro.

Molte paludi di mangrovie sono state distrutte per creare stagni per l’allevamento di gamberetti, luoghi degradanti in cui vivono molti giovani pesci. Questo, di conseguenza, ha danneggiato pescatore riducendo il numero di pesci che catturano. Enormi vivai di gamberi e pesci orientati all’esportazione hanno distrutto alcune operazioni di pesca locali.

20120515-ShrimpFarming_Honduras_L7_1987-99.jpg
Zona costiera dell’Honduras nel 1999
dopo che le foreste di gamberetti sono state bonificate e le zone umide e i terreni agricoli sono stati stanziati per gli allevamenti di gamberetti. Un ambientalista ha detto al New York Times, ” Questo è fondamentalmente un sistema cut-and-kill. Comprano la terra, creano dighe, usano prodotti chimici e uccidono tutto. Poi quando hanno fatto, se ne vanno e si muovono su e giù per la costa, alla ricerca di più terra.”

I siti del Patrimonio Mondiale in Bangladesh e nelle Filippine sono stati cancellati per far posto a stagni di allevamento di gamberetti. Un rapporto della Environmental Justice Foundation (EJF) con sede a Londra ha definito i problemi di inquinamento e deforestazione legati all’allevamento di gamberetti una “crisi ambientale scioccante.”Riconoscendo l’importanza economica dell’industria dei gamberetti, molti ambientalisti stanno spingendo per versioni ecologiche dell’allevamento di gamberetti piuttosto che condannare categoricamente la pratica.

Fonte immagine: National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) noaa.gov/ocean ; Wikimedia Commons