Fafard Repotting Pot-Bound House Plants

Repotting Pot-Bound House Plants

November 7, 2019 6:22 pm

Pot-bound root systems non può più accedere ad acqua adeguata e fertilizzante.

Non c’è vergogna nel ospitare una pianta legata al vaso. Può capitare a chiunque perché gli esemplari pot – o root-bound sono disponibili in tutte le dimensioni, forme, età e situazioni. Il geranio o aloe che ha trascorso una vacanza estiva di lusso sul portico posteriore può essere scoppiando fuori dei loro contenitori. La pianta ragno affare, acquistato dal garden center alla fine della stagione di crescita, può essere desiderio di liberarsi del suo vaso vivaio. Le piante di casa stabilite, apparentemente fiorenti in contenitori grandi o piccoli, bramano un po ‘ di spazio per il gomito, anche se non possono dirlo.

Identificazione delle piante legate al vaso

Se una pianta cresce male e il suo terreno si asciuga rapidamente nonostante l’irrigazione regolare, è probabile che sia legato alle radici.

Come si può dire che una pianta apparentemente sana ha bisogno di un po ‘ di TLC sotto forma di un vaso più grande e di una potatura delle radici? Punta il contenitore su un lato. Se vedete le radici bianche che emergono dai fori inferiori di drenaggio, la vostra pianta è pot-bound. Se il terreno della pianta si asciuga rapidamente, nonostante l’irrigazione regolare, è probabile che le radici abbiano bisogno di disciplina. Fa piscina d’acqua sulla superficie del suolo e rimanere lì? Le radici strettamente avvolte probabilmente impediscono l’assorbimento dell’umidità.

Quando le piante sono legate in vaso, le radici che dovrebbero crescere verso l’esterno dal fondo e dai lati della pianta sono costrette a crescere in modo circolare, seguendo la forma del contenitore. Quelle radici alla fine formeranno una massa stretta che travolgerà il vaso, il mezzo di invasatura e alla fine strangolerà la pianta. Man mano che la situazione peggiora gradualmente, i segni di cattiva salute—caduta delle foglie, nuova crescita minima e un generale fallimento di prosperare—iniziano a mostrare.

Cosa fare

Le radici di una pianta legata al vaso non hanno un posto dove andare e iniziano a crescere in modo circolare.

Ci sono diversi passaggi per rimuovere una pianta legata al vaso dal vaso. Alcune piante possono essere difficili da rimuovere e altre più facili.

  1. Controllare i fori di drenaggio sul fondo del vaso, e tagliare chiaro tutte le radici che possono essere in crescita attraverso. Si può anche provare a spingere verso l’alto attraverso i fori per aiutare allentare la pianta dal piatto.
  2. Prendi una presa sulla pianta—letteralmente. Punta la pentola su un lato, afferra saldamente la base stessa della pianta e tirala fuori dal contenitore. La palla di radice del suolo strettamente ristretta dovrebbe uscire in un unico pezzo, ma non sempre.
  3. Se le radici aggrappate mantengono la pianta in posizione. Eseguire la lama di un coltello da giardino o burro intorno al bordo della pentola per allentare la pianta. Se il piatto se di plastica, si può anche wack saldamente il piatto su tutti i lati per allentare le radici. I vasi di vivaio di plastica possono anche essere tagliati, se le radici sono incuneate nelle fessure del vaso e si rifiutano di muoversi.

Una volta liberata la palla radice, dai un’occhiata. Le piante legate al vaso avranno una fitta rete di radici bianche o brunastre che circondano l’esterno, che mantengono la forma del vaso. Se vedi radici nere o maleodoranti, tagliale immediatamente.

Liberare piante legate al vaso

Non preoccuparti di strappare le radici di una pianta legata al vaso. La pianta sarà più felice alla fine.

Il passo successivo è liberare le radici, in modo che possano iniziare il processo di crescita sana. Questo è quando la paura imposta in per molti amanti delle piante che temono che immischiarsi con le radici è il bacio della morte per una pianta amata. In verità, liberare le radici è essenziale per la salute delle piante in questa situazione. Alcune radici andranno perse nel processo, ma nuove cresceranno rapidamente.

Il rimedio per una situazione legata al vaso dipende dal grado di entanglement della radice. Con alcune piante, specialmente quelle più piccole, stuzzicare delicatamente le radici con le dita può essere tutto ciò che serve. Nei casi più gravi, in cui la palla radice sembra avere più radici del suolo, saranno necessarie misure più serie.

Per i casi gravi, utilizzare un coltello da giardino o un altro attrezzo affilato per eseguire tre o quattro tagli verticali all’esterno della sfera radice rimanente, quindi separare le radici con le dita. Se la palla radice è profonda, si può anche tagliare via il quarto inferiore della palla radice. Entrambe le opzioni interrompono la crescita delle radici circolari e consentono l’emergere di radici fresche e sane.

Selezione e preparazione del contenitore

Queste piante di aloe sono state curate della loro condizione legata alla radice, divise e aggiornate.

Dopo aver sollevato la situazione legata alla radice di una pianta, è il momento di rinvasare. Questo è molto più facile e meno stressante che prendere in giro le radici e/o fare la potatura delle radici.

Scegli un contenitore con un diametro di almeno 2 pollici più largo del vecchio vaso. Assicurarsi che sia pulito e ha fori di drenaggio sufficienti nella parte inferiore. Mantenere il terreno di cadere attraverso i fori allineando il fondo del nuovo contenitore con un filtro del caffè o un pezzo di schermo della finestra tagliato per adattarsi. Per anni, gli esperti del giardino hanno suggerito di aggiungere uno strato di ghiaia al fondo dei contenitori delle piante, ma questo non è necessario.

Per contenitori interni o esterni

Per dare alla pianta appena liberata un buon inizio, scegli un mezzo di invasatura come Fafard Professional Potting Mix per piante da interno o Fafard ® Ultra Container Mix con alimentazione estesa per piante in vaso da interno/esterno. Versare abbastanza miscela invasatura nella parte inferiore del contenitore in modo che la parte superiore della palla radice della pianta è di circa 1 a 2 pollici sotto il bordo del contenitore. Centrare la pianta nella pentola e riempire intorno ai lati con ulteriore miscela di invasatura, pigiatura verso il basso il mix, come si va. Innaffiare accuratamente fino a quando l’acqua scorre attraverso i fori di drenaggio.

Finché fornisci nuovi alloggi più grandi per la pianta, gli sforzi di allentamento delle radici stimoleranno una nuova e forte crescita delle radici. Nel caso di alcune piante domestiche, come la pianta di ragno, potresti essere in grado di dividere il tuo esemplare quando tratti la sua condizione legata al vaso. In questa situazione, seguire le istruzioni sopra, ma dividere la pianta in due o più pezzi (ogni sezione dovrebbe avere radici). Rinvasare in contenitori separati e conservare o cedere le nuove divisioni vegetali.

Assistenza post-operatoria

Una volta che le radici della pianta sono state liberate, rinvasarle in contenitori più grandi.

A volte una pianta appena repotted mostrerà alcuni segni di shock trapianto, perdendo alcune foglie o guardando un po ‘ cadente. Non ti preoccupare, e soprattutto, non uccidere la pianta con gentilezza da overwatering. Posiziona la pianta nella situazione di luce appropriata (controlla i tag delle piante o chiedi ai nostri esperti di giardino se non sei sicuro) e innaffia quando il pollice superiore o due del mezzo di impregnazione si sentono asciutti. La nuova crescita della radice inizierà in breve tempo e la pianta dovrebbe rimbalzare bene.

Alla fine, liberare le piante legate al vaso è un esercizio benefico sia per i giardinieri che per le piante. Come per tutte le cose, la pratica rende perfetti, ma ricordate che è difficile andare completamente sbagliato, e le piante sono generalmente abbastanza indulgente. Dare ai tuoi campioni preferiti un po ‘ di spazio per il gomito garantirà più anni di foglie, fioriture e crescita vibranti.

(Clicca qui per vedere un video passo-passo che mostra come liberare le piante legate al vaso.)

A proposito di Elisabeth Ginsburg

Nata in una famiglia di giardinaggio, Elisabeth Ginsburg ha coltivato le sue prime piante da bambina. Le sue esperienze pratiche vanno dal giardinaggio contenitore su un balcone del Missouri ai confini misti nei sobborghi del New Jersey e al giardinaggio per le vacanze nel centro dello Stato di New York.Ha studiato orticoltura al New York Botanical Garden e altrove e ha anche scritto di giardini, storia del paesaggio ed ecologia per anni in pubblicazioni tradizionali e online tra cui la colonna “Talee” del New York Times Sunday, the Times Regional Weeklies, Horticulture, Garden Design, Flower & Garden, The Christian Science Monitor e molti altri.La sua rubrica settimanale” Gardener’s Apprentice ” appare in giornali appartenenti alla catena Worrall di quotidiani settimanali suburbani del nord e del centro del New Jersey e online a http://www.gardenersapprentice.com. Lei e il suo felino “giardino supervisori” vivono nel nord del New Jersey.

Disclaimer sui contenuti:

Questo sito può contenere contenuti (incluse immagini e articoli), nonché consigli, opinioni e dichiarazioni presentate da terze parti. Sun Gro non esamina questi materiali per l’accuratezza o l’affidabilità e non approva i consigli, le opinioni o le dichiarazioni che possono essere contenuti in essi. Sun Gro inoltre non esamina i materiali per determinare se violano il copyright o altri diritti di altri. Questi materiali sono disponibili solo a scopo informativo e sono presentati “così come sono” senza garanzie di alcun tipo, esplicite o implicite, incluse, a titolo esemplificativo, garanzie di commerciabilità, idoneità per uno scopo particolare e non violazione. L’affidamento su tali opinioni, consigli, dichiarazioni o altre informazioni è a proprio rischio. In nessun caso Sun Gro Horticulture Distribution, Inc. o una qualsiasi delle sue affiliate sarà responsabile nei tuoi confronti per qualsiasi inesattezza, errore, omissione, fatto, violazione e simili, derivanti dall’uso di questi materiali, indipendentemente dalla causa, o per eventuali danni derivanti da.