FAQ

Disclaimer: questo non è destinato a prendere il posto di consulenza legale. Se avete bisogno di assistenza legale, si prega di compilare il nostro modulo di assunzione legale qui.

QUAL È LA DEFINIZIONE DI UN SIKH?

La definizione più ampiamente accettata di un Sikh deriva dal codice di condotta Sikh, il Rehat Maryada. Originariamente scritto in Punjabi, è tradotto come:

“Un Sikh è qualsiasi donna o uomo la cui fede consiste nel credere in:

  • Un Dio,
  • I dieci Guru, Guru Nanak a Guru Gobind Singh,
  • Il Guru Granth Sahib,
  • Le parole e gli insegnamenti dei dieci Guru,
  • Chi ha fede e aspira a prendere Amrit, cerimonia di iniziazione, in Khalsa,
  • E che non deve fedeltà a un’altra religione.”

Come per la maggior parte delle religioni, tuttavia, un devoto non può essere limitato a una definizione.

QUANTI SIKH VIVONO NEGLI STATI UNITI? QUANDO I SIKH EMIGRARONO PER LA PRIMA VOLTA IN AMERICA?

Ci sono oltre 500.000 Sikh americani, e Sikh sono stati in America per oltre 125 anni.

PERCHÉ LA GENTE NON CONOSCE IL SIKHISMO ANCHE SE È LA QUINTA RELIGIONE MONDIALE PIÙ GRANDE?

Ci sono diversi motivi. In primo luogo, il sikhismo, rispetto ad altre tradizioni mondiali, è relativamente giovane. La fede emerse per la prima volta nel 1469. In secondo luogo, poiché molte persone non sono consapevoli del fatto che il sikhismo è la quinta religione mondiale, non viene fatto riferimento quando si discutono le altre religioni del mondo. Ad esempio, molti libri di testo scolastici hanno informazioni errate o inesatte sulla fede.

C’È UN SALUTO UFFICIALE SIKH?

Il decimo Guru Sikh istruì i Sikh a salutarsi con “Waheguru ji ka Khalsa, Waheguru ji ki Fateh” (“Il Khalsa appartiene a Waheguru (il Divino) e la vittoria appartiene a Waheguru”). Un altro saluto Sikh comune è “Sat Sri Akal”(“La verità regna eterna”).

ESISTE UN EMBLEMA O UN SIMBOLO SIKH? QUAL È IL SIGNIFICATO STORICO DEL KHANDA?

L’Ik Oankar e il Khanda sono alcuni degli emblemi dei Sikh.

Ik Oankar è l’apertura del Guru Granth Sahib, che afferma l’esistenza di un solo Dio, il Creatore.

Secondo lo studioso Sikh Kapur Singh, il Khanda apparve per la prima volta intorno al diciottesimo secolo.

“Il Khanda è il simbolo dei Sikh, come la Croce è per i cristiani o la Stella di Davide è per gli ebrei. Riflette alcuni dei concetti fondamentali del sikhismo. Il simbolo deriva il suo nome dalla spada a doppio taglio (chiamata anche Khanda) che appare al centro del logo. Questa spada a doppio taglio è una metafora della conoscenza divina, i suoi spigoli vivi che scindono la verità dalla menzogna. Il cerchio attorno al Khanda è il chakar. Il chakar essendo un cerchio senza un inizio o una fine simboleggia la perfezione di Dio che è eterno. Il chakar è circondato da due spade curve chiamate kirpan. Queste due spade simboleggiano i concetti gemelli di meeri e peeri – autorità temporale e spirituale introdotta da Guru Hargobind. Sottolineano la stessa enfasi che un Sikh deve porre sulle aspirazioni spirituali e sugli obblighi verso la società.”Questa informazione è stata ottenuta da http://www.sikhs.org/khanda.htm.

ESISTE UN PARTICOLARE “COLORE SIKH”? ZAFFERANO?

No, non c’è un colore particolare per i Sikh o il sikhismo. La bandiera Sikh (Nishaan Sahib), che si vede al di fuori di quasi ogni Gurdwara, è un colore arancione brillante/zafferano o blu scuro. Questi rappresentano i colori tradizionali per i Sikh.

PERCHÉ COSÌ TANTI SIKH HANNO UN NOME COMUNE, SINGH O KAUR?

Il decimo Guru Sikh, Guru Gobind Singh, ha creato l’identità unica dei Sikh e ha anche dato a tutti gli uomini Sikh un cognome – Singh e tutte le donne Sikh un altro – Kaur. La ragione per farlo è fortemente radicata nella cultura dell’Asia meridionale. Nella società cavalcata dalla casta di quel periodo di tempo e ancora oggi, l’ultimo/cognome di qualcuno significa il loro status sociale e la loro casta. Guru Gobind Singh voleva rimuovere queste barriere tra le persone e creare una società egualitaria. La parola Singh significa Leone e la parola Kaur denota regalità-una principessa sovrana.

PERCHÉ ALCUNI SIKH NON USANO IL COGNOME SINGH O KAUR?

Come in ogni religione, ci sono persone a diversi livelli di osservanza e di impegno per la loro fede. Alcuni sikh scelgono il loro nome di famiglia o di casta per motivi personali o per distinguersi per documenti scritti ufficiali. Spesso, ma non sempre, questi individui hanno mantenuto Singh e Kaur come nomi secondari.

I SIKH HANNO RESTRIZIONI DIETETICHE? I SIKH POSSONO MANGIARE CARNE?

I guru Sikh proibivano fortemente tutti i rituali e le superstizioni. I Sikh non sono quindi autorizzati a mangiare qualsiasi cibo preparato attraverso un processo rituale (ad esempio, i Sikh non sono destinati a mangiare Kosher o halal). Non vi è alcun mandato che consenta o impedisca ai Sikh di mangiare carne – è una scelta personale. Alcuni sikh, attraverso la loro interpretazione degli insegnamenti sikh, possono scegliere di essere vegetariani. Anche i sikh non dovrebbero bere alcolici o consumare altri intossicanti.

C’È UNA CERIMONIA DI INIZIAZIONE SIKH?

Sì. Sikh iniziati si dice che hanno aderito al “Khalsa,” o comunità di Sikh iniziati. Unirsi al Khalsa è un passo importante nella vita di un Sikh. Essi sono impegnandosi il loro impegno per la fede Sikh e accettando di vivere la loro vita come un Sikh. Ciò significa che devono indossare i cinque articoli di fede e usare Singh o Kaur come cognome.

QUANTI ANNI DEVI AVERE PER ESSERE INIZIATO?

Non esiste un’età prescritta in cui un Sikh dovrebbe essere iniziato; possono scegliere di farlo ogni volta che sono pronti. Secondo il Rehat Maryada, solo coloro che comprendono il significato della cerimonia e portano la sua disciplina con sincerità dovrebbero essere iniziati. È importante notare che una volta avviato un Sikh, si sono impegnati a questo stile di vita e come delineato in Rehat Maryada.

PERCHÉ I SIKH NON SI TAGLIANO O NON SI RADONO I CAPELLI?

I fondatori della fede sikh hanno iniziato la pratica di mantenere i capelli unshorn. Molti Sikh interpretano il mantenimento di kesh come un segno di impegno e accettazione della Volontà di Dio. Guru Gobind Singh, il decimo Guru Sikh, ha dato ai Sikh 5 articoli di fede (compresi i capelli unshorn) e il dastaar (turbante), che, nel suo complesso, comprendono l’uniforme quotidiana di un Sikh. In altre parole, mantenere i capelli (kesh) e indossare un dastaar (turbante) formano un’identità esterna per un Sikh.

CHE NE DITE DI PERSONE CON I CAPELLI TAGLIATI CHE SI IDENTIFICANO COME SIKH?

Tutti i Sikh iniziati sono tenuti a mantenere i capelli non tagliati/non tagliati. Ma, come in ogni religione, ci sono persone a diversi livelli di osservanza e impegno per la loro fede. Ognuno è sul proprio viaggio personale. Alcuni sikh possono tagliare i capelli, ma questo non li esclude dalla comunità Sikh.

LE DONNE SI RADONO?

I Sikh iniziati non dovrebbero tagliare i capelli da nessuna parte del loro corpo. Tutti i Sikh, gli uomini e le donne dovrebbero quindi avere i capelli non rasati e rimanere pelati.

POSSO TOCCARE IL TURBANTE O I CAPELLI DI QUALCUNO?

Non toccare il turbante o i capelli di qualcuno senza chiedere il loro permesso, in quanto potrebbe metterli a disagio.

COSA C’È SOTTO IL TURBANTE?

Capelli. Sikh tenere i capelli unshorn e legarlo in un panino o nodo superiore in cima alla sua/lei/loro testa.

COSA SIGNIFICA IL COLORE DEL TURBANTE? TUTTI I SIKH INDOSSANO LO STESSO COLORE? PERCHÉ O PERCHÉ NO?

I sikh possono indossare qualsiasi colore o stile di turbante e non ci sono colori significativi. Alcuni sikh indossano pochissimi colori e altri hanno un’ampia tavolozza di colori.

COME POSSO CAPIRE LA DIFFERENZA TRA TURBANTI SIKH E ALTRI TURBANTI?

Ogni Sikh lega il suo turbante in modo leggermente diverso. Ricorda che in America, il 99% delle persone che vedi indossare un turbante sarà Sikh. Se vedete qualcuno che indossa un turbante e non siete sicuri se sono Sikh o no, chiedere loro!

Il turbante Sikh è un articolo obbligatorio di fede. Persone di molte altre culture e religioni indossano turbanti, ma nessuno è tenuto a farlo dalla loro religione.

I Sikh legano di nuovo i loro turbanti ogni giorno. I turbanti Sikh diventano parte del corpo di un Sikh e di solito vengono rimossi solo nella privacy della casa.

LE DONNE INDOSSANO TURBANTI?

Proprio come gli uomini Sikh osservanti, le donne Sikh osservanti non dovrebbero tagliarsi i capelli. Nel Rehat Maryada, è scritto esplicitamente che gli uomini Sikh indossano un turbante. Non c’è nulla di scritto esplicitamente sulle donne, tranne che il turbante è facoltativo. Tradizionalmente, le donne hanno sempre coperto la testa, ma abbiamo visto negli ultimi 50 anni, che le donne hanno deviato da questo. Ci sono molte ragioni per questo cambiamento: globalizzazione, tendenze culturali, e una mancanza di chiarezza nel Rehat Maryada. Per le donne Sikh che scelgono di legare un turbante, il turbante è tanto una parte del loro corpo e l ” identità come lo è per gli uomini Sikh!

PERCHÉ I SIKH INDOSSANO UN KIRPAN? CHE TAGLIA KIRPAN PORTA UN SIKH?

Un kirpan non ha una lunghezza prescritta. Nella maggior parte dei casi è lungo circa 3-9 pollici. Il kirpan serve come promemoria per combattere l’ingiustizia e l’oppressione. Un Sikh capisce che portare un kirpan è una grande responsabilità. Esso è destinato solo per proteggere se stessi o gli altri.

I BAMBINI A SCUOLA PORTANO UN KIRPAN?

Alcuni bambini in età scolare hanno preso l’impegno di diventare un Sikh iniziato, e come tali indossano un kirpan. Generalmente, il personale scolastico è consapevole che lo studente Sikh indossa un kirpan, ed entrambe le parti hanno raggiunto una comprensione circa il significato religioso e lo scopo del kirpan.

COSA SUCCEDE QUANDO UN SIKH VA SU UN AEREO? DEVI TOGLIERTI IL KIRPAN?

Al momento attuale, i Sikh mettono i loro kirpan nel bagaglio registrato e non lo portano con sé su un aereo.

POSSO VISITARE UN GURDWARA?

Tutti sono i benvenuti in un Gurdwara indipendentemente dalla loro razza, religione, colore o classe. Se sei interessato a visitare un Gurdwara, sentiti libero di contattare i Sikh che conosci o contatta [email protected] per ulteriori suggerimenti e idee.

DEVI ESSERE UN SIKH PER LEGGERE IL GURU GRANTH SAHIB?

Chiunque desideri può leggere il Guru Granth Sahib.

I SIKH HANNO UN CLERO? CHE DIRE DI GRANTHIS / GIANIS?

I guru Sikh erano molto chiari su ogni Sikh che faceva il proprio viaggio spirituale direttamente e non dipendeva da un intermediario o da un clero. I Sikh hanno Granthis / Gianis. Queste sono persone che hanno studiato ampiamente le scritture Sikh e sono disponibili nei Gurdwara come insegnanti. Spesso conducono una congregazione, ma tutti i membri della congregazione – indipendentemente dal sesso – possono anche eseguire le stesse cerimonie.

LE DONNE POSSONO SVOLGERE COMPITI IN UN GURDWARA O IN UNA CONGREGAZIONE?

Sì. Il sikhismo non delinea/definisce determinati compiti per un genere specifico. Una donna può condurre o prendere parte a qualsiasi servizio o cerimonia proprio come farebbe un uomo.

PERCHÉ UOMINI E DONNE SONO DIVISI IN SEZIONI SEPARATE MENTRE SONO SEDUTI NEL GURDWARA?

I guru Sikh hanno sempre insegnato l’uguaglianza tra uomini e donne. Ad esempio, i Guru hanno denunciato il clima culturale che negava alle donne l’accesso alla religione e hanno sostenuto con forza che le donne avessero uguali diritti degli uomini in tutte le sfere.

In alcune congregazioni Sikh, uomini e donne siedono fianco a fianco come uguali: le donne da una parte del Guru Granth Sahib e gli uomini dall’altra. È importante notare che uomini e donne sono ancora nella stessa vicinanza del Guru Granth Sahib. Ci sono ragioni pratiche e culturali per questa pratica. Dal momento che tutti siedono sul pavimento, spesso involontariamente toccare la persona accanto a loro quando c’è una grande congregazione può verificarsi. Avere tali interazioni con i membri del sesso opposto può rendere un individuo a disagio. Tuttavia, in alcuni Gurdwara, uomini e donne possono essere visti seduti misti nella congregazione.

CHE COS’È LANGAR?

I Guru Sikh istituirono la pratica unica di Langar. Langar è il cibo che viene cucinato dai membri della comunità e servito a tutte le persone al Gurdwara. Tutti i Gurdwaras hanno una cucina comunitaria, dove il Langar viene cucinato da volontari e aperto a tutti senza discriminazioni. Langar è cucina comune, servire, mangiare e condividere. Langar viene mangiato mentre si è seduti a terra (per coloro che sono in grado). L’idea è di mettere in pratica il trattamento di tutte le persone allo stesso modo, indipendentemente dalla casta, credo, religione, razza o sesso. Quando il sikhismo stava germogliando nel subcontinente dell’Asia meridionale, il sistema delle caste stratificava la società. Le caste più alte si sedevano su sgabelli e sedie e mangiavano, mentre le caste più basse non potevano mangiare nemmeno nella stessa stanza, e di solito sul pavimento, lontano dalla vista. I Guru volevano che i sikh praticassero sempre l’egualitarismo e la responsabilità comune. Langar rappresenta una delle istituzioni che i Guru hanno fondato per abbattere le barriere di casta.

QUAL È LA CERIMONIA DI NOZZE SIKH?

La cerimonia di matrimonio Sikh si chiama Anand Karaj. Viene eseguito alla presenza del Guru Granth Sahib, il Guru eterno e la sacra scrittura Sikh. In una cerimonia di matrimonio Sikh, selezionare versi vengono letti dal Guru Granth Sahib, e dopo ogni verso, la coppia cammina intorno al Guru Granth Sahib, mostrando il loro impegno per gli insegnamenti che vengono letti. Questo è fatto quattro volte. A seguito di ciò, viene pronunciata una preghiera comunitaria per la coppia e vengono cantati inni religiosi. La cerimonia può essere eseguita da qualsiasi membro iniziato della fede Sikh. Le preghiere che vengono lette indicano che la coppia giurano fedeltà reciproca e il modo di vivere Sikh e si impegnano a lavorare insieme per aiutarsi a vicenda a realizzare la Presenza Divina.

CREDI NELL’ALDILÀ? CREDI IN PARADISO / INFERNO, SALVEZZA?

Ai Sikh viene insegnato a concentrarsi sulle loro azioni e azioni in questa vita per raggiungere l’unione con il Divino, invece di concentrarsi sulle nozioni di paradiso e inferno. Il Guru Granth Sahib chiede ai Sikh di fare il meglio del loro tempo su questa terra, perché questa è l’opportunità di realizzare il suo meglio e di stabilire una connessione con Waheguru – l’Unico Dio. I sikh credono nella dottrina del karma, che tiene conto delle azioni buone e cattive di una persona durante la sua vita. La persona viene quindi ricompensata o deve sopportare le conseguenze in base alle sue azioni; anche la grazia del Guru gioca un fattore importante nel determinare questo. La scrittura Sikh sostiene l’idea della reincarnazione.

FUNERALI-DOVE, COSA, COME?

Secondo il Sikh Rehat Maryada, i Sikh possono disporre del corpo del defunto in qualsiasi modo a loro piacimento, anche se generalmente i SIKH cremano il corpo del defunto perché è pulito, semplice e rispettoso dell’ambiente. Il corpo è bagnato e vestito con abiti freschi dai membri della famiglia, e i membri della comunità dicono preghiere collettive. Le ceneri vengono solitamente raccolte in seguito e messe a galla in un corpo d’acqua che scorre – restituendo gli ultimi resti fisici della persona alla natura.

COSA INSEGNA IL SIKHISMO SULLE ALTRE RELIGIONI?

La scrittura Sikh e Guru eterno, il Guru Granth Sahib, è l’unico testo religioso importante che contiene scritti di insegnanti di altre fedi. Questo perché i Guru Sikh hanno insegnato che ci sono molti modi diversi di raggiungere una connessione con Dio. Il modo Sikh è uno di questi modi. Se stai seguendo la via Sikh, devi seguirla al meglio delle tue capacità, con assoluta devozione.

IL SIKHISMO CERCA DI CONVERTIRE GLI ALTRI?

N. Sikhismo vieta proselitismo o conversioni forzate. Il sikhismo crede che ci siano molti percorsi per raggiungere l’unione con il Divino. Tuttavia, il sikhismo accoglie coloro che sono interessati a conoscere la religione. Così, le persone potrebbero conoscere la fede Sikh e poi anche essere iniziati come Sikh. Individui di qualsiasi background possono scegliere di adottare la fede. Una volta che qualcuno è iniziato come un Sikh, devono seguire il percorso Sikh al meglio delle loro capacità.