La Casa Bianca continua a citare il Vaticano come esempio di funzionamento dei muri. Non ha senso.

Il presidente Donald Trump, ancor prima di essere alla Casa Bianca, aveva basato parte del suo caso per un muro al confine tra Stati Uniti e Messico sul fatto che il Vaticano è circondato da mura. Ma c’è di più.

Trump in una riunione di Gabinetto alla Casa Bianca mercoledì, mentre discuteva della chiusura del governo, ha risposto alle critiche secondo cui il suo muro di confine proposto è immorale.

La speaker della Camera Nancy Pelosi ha più volte definito il muro come “immorale” o “immoralità”, inclusa questa settimana.

“Quando dicono che il muro è immorale, allora è meglio do fare qualcosa per il Vaticano, perché il Vaticano ha il muro più grande di tutti”, ha detto. La segretaria stampa della Casa Bianca Sarah Sanders venerdì ha fatto un caso simile in un’apparizione su Fox News venerdì.

” Mi chiedo se farà una crociata e abbatterà tutti i recinti e le mura di questo paese. Certamente spero di no”, ha detto Sanders. “Sono sicuro che le persone che li hanno intorno alle loro case, le istituzioni che li hanno, che sia il Vaticano o altrove, non saranno davvero felici del fatto che Nancy Pelosi stia definendo immorali il loro muro e la loro sicurezza. Non è mai stato immorale proteggere le persone.”

Questa non è certo la prima volta che il campo Trump ha indicato il Vaticano come una difesa per il muro di confine. Dopo che Papa Francesco ha criticato Trump durante la campagna 2016, dicendo che “una persona che pensa solo a costruire muri, ovunque si trovino, e non a costruire ponti, non è cristiana”, molti dei suoi sostenitori hanno invocato lo stesso argomento.

Dan Scavino, che gestisce i social media di Trump, ha dichiarato in un tweet che la Città del Vaticano è “circondata al 100% da massicci muri.”

Incredibili commenti del Papa-considerando che la Città del Vaticano è circondata al 100% da enormi mura. pic.Twitter.com / g3iVLDVGe5

– Dan Scavino (@DanScavino) Febbraio 18, 2016

Mentre ci sono muri intorno a molte parti del Vaticano, i visitatori possono, ad esempio, camminare liberamente in Piazza San Pietro, la piazza principale lì.

Il Vaticano è un cattivo proxy per il muro di confine di Trump

La Città del Vaticano è una città-stato indipendente che si trova in realtà a Roma. Misura circa 0,2 miglia quadrate, è il paese più piccolo del mondo. È il centro della Chiesa cattolica e governato dal papa.

È vero che gran parte del Vaticano è circondato da mura, alcune delle quali risalgono al IX secolo. Ma in questo giorno ed età, non sono muri che non puoi aggirare. Non hai bisogno di un passaporto per entrare. Milioni di turisti visitano il Vaticano ogni anno.

“Non è tutto circondato da mura, e non è che tu abbia bisogno di un visto separato o di un passaporto per entrare”, Gerard Mannion, professore di studi cattolici alla Georgetown University, ha detto al New York Times nel 2016, quando il Trump camp parlava per la prima volta delle mura vaticane. “Non lo sapresti, quasi, quando sei entrato nella Città del Vaticano. C’è una linea bianca dipinta a terra in Piazza San Pietro, ma questo genere di cose non è ovvio ovunque.”

Come ha notato il Times, ci sono “muri formidabili” nella Città del Vaticano, e l’intero luogo non è aperto al pubblico per vagare liberamente — come dove sono gli uffici di governo, o dove vive il papa. Ma ci sono un sacco di posti che i turisti possono e non andare, tra cui la Basilica di San Pietro, Piazza San Pietro, e musei. I biglietti sono necessari per partecipare a una messa a St. Basilica di Pietro per l’udienza generale con il papa. Sono liberi.

“Le fortificazioni sono state costruite molto tempo fa”, ha detto alla CNN James Martin, un prete cattolico e redattore della rivista America. “Questo papa non li ha costruiti — e certamente non li ha portati per tenere fuori i poveri migranti.”

Trump ha visitato Papa Francesco in Vaticano nel 2017 e deve aver notato i muri-e che li ha superati.

Un muro in Vaticano non è lo stesso di un muro al confine tra Stati Uniti e Messico

Per essere sicuri, non c’è esattamente un confronto tra mele e mele tra un muro o una recinzione intorno alla propria casa, diciamo, e tra i confini internazionali. Molte persone hanno recinzioni intorno alle loro case, o le istituzioni le fanno delineare le loro proprietà, o, in questo caso, in Vaticano.

Ci sono già barriere in gran parte del confine tra Stati Uniti e Messico, e ciò che Trump vuole dal Congresso ora è di circa billion 5 miliardi in più per circa 200 miglia di ciò che ha iniziato a riferirsi a come stecche d’acciaio. (Il confine tra Stati Uniti e Messico si estende per circa 2.000 miglia, ma anche Trump ha riconosciuto che a causa delle barriere naturali, non pensa che un muro sia necessario per l’intera faccenda.)

Ovviamente, un muro intorno al Vaticano, che, ancora una volta, è di circa 0,2 miglia quadrate, è uno sforzo molto più piccolo di 200 miglia di muro a un confine — e meno costoso, chiunque lo paghi. (Che, nel caso del muro di confine, saranno i contribuenti degli Stati Uniti, non il Messico.)

Questa non è la prima volta che la Casa Bianca ha cercato di invocare barriere meno che comparabili per difendere il suo muro. Ha anche twittato che gli Obama hanno un muro intorno alla loro proprietà. Come ha sottolineato il Washington Post, si sbagliava anche su questo.

Milioni di persone si rivolgono a Vox per capire cosa sta succedendo nelle notizie. La nostra missione non è mai stata più vitale di quanto lo sia in questo momento: potenziare attraverso la comprensione. I contributi finanziari dei nostri lettori sono una parte fondamentale di sostenere il nostro lavoro ad alta intensità di risorse e ci aiutano a mantenere il nostro giornalismo libero per tutti. Aiutaci a mantenere il nostro lavoro gratuito per tutti dando un contributo finanziario da un minimo di $3.