Ms. Lauryn Hill parla in modo approfondito di Fama, razzismo e ‘Miseducation’

Gli anni che seguirono la miseducazione sono stati complicati. Dopo l’uscita dell’album, alcuni dei collaboratori di Hill hanno intentato una causa sostenendo che non li ha accreditati correttamente per i loro contributi; quella causa è stata risolta fuori dal tribunale tre anni dopo a termini non divulgati. Nel 2012, è stata accusata di frode fiscale e ha continuato a scontare tre mesi di carcere. Più recentemente, si è ritrovata di nuovo sulla strada più frequentemente, sporadicamente rilasciando musica ma soprattutto crogiolandosi nell’amore collettivo e nel potere della Miseducation attraverso esibizioni speciali dell’album.

Popolare su Rolling Stone

Per l’ultimo episodio del podcast 500 Greatest Albums di Rolling Stone, la signora Hill ha concesso una rara intervista sulla realizzazione di Miseducation e su quello che è successo dopo. Via e-mail, ha parlato candidamente di proteggere la sua famiglia e il poco sostegno che aveva dopo il suo primo ciclo di album si è conclusa. Estratti dall’intervista possono essere ascoltati nell’episodio del podcast, disponibile su Amazon Music, insieme ai racconti di molti dei musicisti che facevano parte di quelle sessioni, come “Commissioner Gordon” Williams, Lenesha Randolph e Vada Nobles. Le risposte scritte della signora Hill sono qui per intero.

Quando hai iniziato a registrare Miseducation, avevi 22 anni e già sperimentavi un immenso successo con i Fugees. Cosa speravi di dimostrare con questo album?
Per quanto riguarda la prova di me stesso, penso che sia una storia più grande e più coinvolta, meglio raccontata in un secondo momento, ma dirò che il successo dei Fugees ha assolutamente impostato la Miseducation per essere grande e ben accolta come era. Quando ho deciso che volevo provare un progetto solista sono stato incontrato con incredibile resistenza e scoraggiamento da un certo numero di posti che avrebbero dovuto essere di supporto, in modo che aveva un fattore motivante, ma era meno di dimostrare me stesso e più sulla creazione di qualcosa che volevo vedere e sentire esistere nel mondo. C’erano idee, nozioni e concetti che volevo esistere, sono partito in una direzione particolare e ho continuato ad andare avanti. Inizialmente, avevo intenzione di lavorare con altri produttori e artisti, ma ho scoperto che quello che volevo dire e sentire potrebbe essere stato troppo idiosincratico al momento di spiegarlo e far provare a qualcun altro. Doveva essere fatto in un modo più personalizzato. Il team di persone che alla fine sarebbero state coinvolte, abbiamo tutti assistito mentre prendeva forma. E ‘ stato unico ed emozionante.

Hai detto che ti sei trovato particolarmente creativo durante la gravidanza. In che modo quell’esperienza ti ha plasmato come cantautore?
È una cosa selvaggia da dire, ma sono stato lasciato solo durante le mie gravidanze per la maggior parte. Era come se tutte le persone con tutte le loro richieste dovessero controllarsi quando ero incinta. La pace risultante può aver contribuito a quel senso di sentirsi più creativi. Ero incinta del mio primo figlio durante la realizzazione della Miseducation e la situazione era complicata, quindi ero motivata a trovare più stabilità e sicurezza per me e per mio figlio, che sicuramente mi ha spinto a ignorare ciò che appariva come limitazioni. Se ho lottato per combattere per me stesso, avevo qualcun altro per cui combattere. Questo ha anche introdotto il padre del mio primo figlio, Rohan Marley, nella foto, che a quel tempo era una presenza protettiva. Se c’erano persone o forze che tentavano di impedirmi di creare, ha avuto un ruolo nell’aiutare a tenerlo a bada.

Durante quei tempi in particolare, ho sempre voluto essere un motivatore di cambiamento positivo. È in tutti i miei testi, che il desiderio di vedere la mia comunità uscire dalla propria strada, identificare e affrontare ostacoli interni ed esterni, e sperimentare le vette dell’Amore e dell’amore di sé che provocano la trasformazione. Ho cantato da quel luogo e ho scelto di condividere la gioia e l’estasi di esso, così come le delusioni, intrecci e lezioni di vita che avevo imparato a quel punto. Fondamentalmente ho iniziato come un giovane saggio lol.

Quando ci ripensi ora, Miseducation è l’album che intendevi essere?
Sono sempre stato abbastanza critico di me stesso artisticamente, quindi naturalmente ci sono cose che sento che avrebbero potuto essere fatte in modo diverso, ma l’AMORE nell’album, la passione, la sua intenzione è, per me, innegabile. Penso che la mia intenzione fosse semplicemente quella di fare qualcosa che facesse capire ai miei antenati e antenati nella musica e nella lotta sociale e politica che qualcuno ha ricevuto ciò che aveva sacrificato per darci, e far sapere ai miei coetanei che potevamo camminare in quella verità, con orgoglio e fiducia. A quel tempo, mi sentivo come se fosse un dovere o una responsabilità farlo. Ho visto le lacune economiche ed educative nelle comunità nere e anche se ero molto giovane, ho usato quella piattaforma per aiutare a colmare quelle lacune e introdurre concetti e informazioni di cui “noi” avevamo bisogno anche se “noi” non sapevamo “noi” lo volevamo ancora. Naturalmente mi riferisco al proverbiale ” noi.”Queste cose avevano un valore enorme per me e le ho amate fin da giovanissima.

Penso anche che l’album si distinguesse dai tipi e dai cliché che dovevano essere accettabili in quel momento. Ho sfidato la norma e introdotto un nuovo standard. Credo che la diseducazione lo abbia fatto e credo di farlo ancora-sfidare la convenzione quando la convenzione è discutibile. Ho dovuto muovermi più velocemente e con maggiore intenzione rispetto alle norme disfunzionali che erano ben consolidate e completamente finanziate allora. Apparentemente ero percepito da alcuni come creare problemi e essere dirompente piuttosto che apprezzato per introdurre soluzioni e opzioni a persone che non le avevano avute, per esporre la bellezza dove una volta regnava l’oppressione e dimostrare quanto bene questi diversi paradigmi culturali potessero lavorare insieme. La velocità di curvatura a cui ho dovuto muovermi per sfidare la norma ha messo me e la mia famiglia sotto un ritmo iper-accelerato, iper-teso e purtroppo poco apprezzato. Ho sacrificato la qualità della mia vita per aiutare le persone a sperimentare qualcosa che era stato irraggiungibile prima di allora. Quando ho visto la gente lottare per apprezzare quello che ha preso, ho dovuto tirare indietro e assicurarsi che io e la mia famiglia erano al sicuro e buono. Lo sto ancora facendo.

Questo album ha permeato la cultura in un modo che pochi album hanno prima che esistesse e ti ha reso una stella enorme. Come gestiva lo sguardo pubblico in quel momento?
C’erano sicuramente cose che mi piacevano della celebrità, ma c’erano sicuramente cose che non mi piacevano. Penso che la maggior parte delle persone apprezzano di essere riconosciuto e apprezzato per il loro lavoro e sacrificio. Questo, per me, è un dato di fatto, ma vivere una vita reale è essenziale per chiunque cerchi di rimanere in contatto con la realtà e continuare a fare cose che influenzano veramente le persone. Questo diventa sempre più difficile da fare nello “spazio” le persone cercano di mettere “stelle” in.

Il piedistallo, per me, riguarda tanto il contenimento e il controllo quanto l’adulazione. Trovare equilibrio, chiarezza e sobrietà può essere molto difficile per alcuni mantenere. Ad esempio, essere yes’d a morte non è buono, e la gente teme che la celebrità possa solo portare a questo, ma se la risposta effettiva è sì, sentirsi dire di no solo per non apparire un yes-man è sciocco. Non essere mai detto di no se la risposta è no da parte di persone che hanno paura di deludere ovviamente distorcerà anche lo specchio in cui ci vediamo. D’altra parte, una persona con una visione può essere molto più avanti, quindi le persone possono dire di no con convinzione e resistere a ciò che temono solo per scoprire in seguito che si sbagliavano assolutamente.

L’idea di artista come proprietà pubblica, ho sempre avuto un problema con questo. Ho accettato di condividere la mia arte, non sto accettando necessariamente di condividere me stesso. Il diritto che le persone spesso sentono, come se in qualche modo ti possedessero, o possedessero un pezzo di te, può essere incredibilmente pericoloso. Mi sfregio sotto qualsiasi tipo di controllo del genere e resisto alle aspettative che suggeriscono che dovrei in qualche modo essere muto ed essere prevedibile per far sentire le persone a proprio agio piuttosto che esprimermi autenticamente. Resisto anche alle aspettative irrealistiche poste su di me da persone che non avrebbero mai posto quelle stesse esigenze su se stesse. Posso essere il più diplomatico e paziente possibile. Non posso, tuttavia, vendermi attraverso costante autoironia e restringimento.

“Il diritto che le persone spesso sentono, come se in qualche modo ti possedessero, o possedessero un pezzo di te, può essere incredibilmente pericoloso.”

C’è una versione di “Lauryn Hill” che senti che la gente si aspetta da te, e come è comparato a come ti sei visto?
Assolutamente, che ho toccato nelle risposte prima di questo. La vita è vita, da vivere, vivere e godere con tutto il suo dinamismo e colore. Se fai qualcosa di buono che le persone godono, spesso vogliono la stessa esperienza più e più volte. Una persona reale può essere soffocata e la loro crescita completamente stentata cercando di farlo senza equilibrio. Non è una cosa giusta da chiedere a nessuno. Tutti dobbiamo crescere, tutti dobbiamo esprimerci con la pienezza e l’integrità che possiamo gestire. La celebrità è spesso trattata come un sacrificio, il vitello grasso, poi inscatolato e duramente giudicato per risposte molto normali e naturali a circostanze anormali.

Ho visto qualcuno rimproverato una volta per aver discusso di episodi di ansia prima di salire sul palco, come se l’ansia fosse solo una condizione del non famoso. Era assurdo, come se qualcuno con un disco fuori non potesse avere un raffreddore comune. Chi è innamorato dell’arte non prova paura o ansia, fa solo del suo meglio per trascenderla o lavorare al di là di essa in modo che l’arte o la passione possano essere manifestate. Alcuni giorni sono migliori di altri. Per alcune persone diventa più facile, per altri no. L’ingiustizia, la durezza era eccessiva per me. Non mi piaceva il modo in cui venivo trattato a un certo punto. Non ero trattato bene e sicuramente non in accordo con qualcuno che aveva contribuito a quello che avevo. Avevo un sacco di gelosia e competitività con cui fare i conti. Che può esaurire o vanificare i vostri sforzi per fare qualsiasi cosa oltre primal scream musica,😊.

Provocare quel tipo di aggravamento era probabilmente intenzionale. Devi trovare ragioni per farlo ancora, quando sei esposto al brutto. Le persone spesso pensano che sia giusto proiettare ciò che vogliono su qualcuno che percepiscono come avere “tutto” o “avere così/troppo.”L’adorazione degli eroi può essere una scusa per non prendersi cura del proprio sh#t. Il rovescio della medaglia di quell’adulazione può diventare gravemente brutto, aggressivo e ostile se le persone rendono un’altra persona responsabile del loro senso di autostima. Si può prendere che l ” abuso o dire di no ad esso. Dopo essermi sottoposto ad esso per anni, ho iniziato a dire no, e poi no trasformato in inferno no, poi l’inferno no trasformato in f # ck no no hai capito il mio punto. 😊

Se potessi parlare da solo a 22 anni, cosa diresti?
Condividerei le cose che faccio ora con il mio sé di 22 anni. Se avessi saputo quello che so ora, le cose probabilmente si sarebbero svolte in modo diverso. Avrei continuato a investire nelle persone, ma mi sarei assicurato di avere persone con l’amore, la forza e l’integrità intorno a me per tenere davvero d’occhio il premio e il mio benessere. Il mondo è pieno di seduzione e se non possono sedurti, vanno dopo le persone che ami o dipendono in qualche modo. Avrei cercato con maggiore comprensione di fare di più per isolare me stesso e i miei cari da quel tipo di attacco.

Guardando indietro a quel periodo della tua vita, hai qualche rimpianto?
Ho alcuni periodi di dolore, alcuni periodi di dolore e grande dolore, sì, ma il rimpianto è difficile perché ho finito con una chiarezza che potrei non essere stato in grado di raggiungere in nessun altro modo. Avrei fatto alcune cose in modo diverso se potessi tornare indietro. Avrei fatto del mio meglio per proteggermi in modo da poter proteggere meglio i miei figli. Avrei rifiutato la manipolazione, la forza ingiusta e la pressione esercitata su di me molto prima. Avrei beneficiato di avere più consapevolezza sui pericoli della fama. Sarei stato più comunicativo con tutti veramente coinvolti con la Miseducation e combattuto duramente per l ” importanza di espressione candida. Avrei chiesto ciò di cui avevo bisogno e rimosso le persone antagoniste prima di me.

Hai pubblicato musica da Miseducation e hai continuato a suonare dal vivo. Hai mai previsto il rilascio di un altro album in studio full-length?
La cosa selvaggia è che nessuno della mia etichetta mi ha mai chiamato e chiesto come possiamo aiutarti a fare un altro album, MAI EVER MAI. Ho detto mai? Mai! Con la Miseducation, non c’era precedente. Ero, per la maggior parte, libero di esplorare, sperimentare ed esprimere. Dopo la cattiva educazione, c’erano decine di ostruzionisti tentacolari, politica, programmi repressivi, aspettative irrealistiche e sabotatori OVUNQUE. Le persone mi avevano incluso nelle loro narrazioni dei LORO successi per quanto riguardava il mio album, e se questo contraddiceva la mia esperienza, ero considerato un nemico.

La soppressione dell’artista è sicuramente una cosa. Non voglio andare troppo in esso qui, ma dove ci avrebbe dovuto essere un sostegno schiacciante, non c’era alcun. Ho iniziato il tour perché avevo bisogno dello sbocco creativo e di sostenere me stesso e la mia famiglia. Le persone erano più interessate a rompermi o ad usarmi per alimentare a batteria qualsiasi cosa avessero in corso piuttosto che sostenere la mia creatività. Creo con la velocità e il flusso della mia ispirazione, che non sempre funziona in un sistema tradizionale. Ho sempre dovuto costruire su misura ciò di cui avevo bisogno per fare le cose. La mancanza di rispetto e la volontà di capire di cosa si tratta, o di cosa ho bisogno per essere produttivo e sano, non mi sta bene. Quando nessuno si prende il tempo di capire, ma prende solo il tempo di contare i soldi che il frutto di questo processo produce, le cose possono facilmente girare male. Maltrattamento, abuso e negligenza accadono. Ho scritto un album sul razzismo sistemico e su come reprime e stordisce la crescita e danneggia (tutti i miei album hanno probabilmente affrontato il razzismo sistemico in una certa misura), prima che questo fosse qualcosa di cui questa generazione parlava apertamente. Sono stato chiamato pazzo. Ora over più di un decennio dopo, lo sentiamo come parte del coro mainstream. Ok, quindi gesso alcuni di esso fino alla leadership e come funziona — Ero chiaramente avanti, ma si deve anche riconoscere la negazione palese che è andato giù con quello. L’abuso pubblico e l’ostracismo mentre sopprimevo e copiavo ciò che avevo fatto, (ho protestato) senza ancora un vero riconoscimento che tutto ciò sia accaduto, è molto.

“Ho scritto un album sul razzismo sistemico before prima che questo fosse qualcosa di cui questa generazione parlava apertamente. Sono stato chiamato pazzo.”

Continuo a fare tour e condividere con il pubblico di tutto il mondo, ma lavoro anche a tempo pieno sul trauma, soffocamento e arresto della crescita che è venuto con tutto questo e su come io e la mia famiglia siamo stati colpiti. In molti modi, stiamo vivendo ora, compensando per anni in cui non potevamo essere liberi come avremmo dovuto. Ho dovuto superare un sacco di resistenza ingiusta, avidità, paura e pura bruttezza umana. Poco altro può rivaleggiare con la libertà per me. Se essere una superstar significa vivere una vita repressa in cui le persone lavoreranno solo con te o investiranno nel tuo lavoro se possono manipolarti e controllarti, allora non sono sicuro di quanto sia importante la musica senza una serie tragica di eventi successivi. Non sono d’accordo.

Infine, apprezzo le persone che erano mossi da questo corpo di lavoro, che ha rappresentato una vita — fino a che punto l’amore, l’esperienza, la saggezza, la famiglia e la comunità di investimento in me, la somma di esperienze delle mie relazioni, i miei sogni, di ispirazioni, di aspirazioni e di Dio, sempre presenti, di grazia e di Amore nella mia vita attraverso la lente del mio 20-qualcosa, ma saggio-saggio esistenza, lol. Ho sognato in grande, non ho pensato ai limiti, ho pensato solo alle possibilità creative e alle esigenze come le vedevo in quel momento. Ho anche avuto il sostegno di una comunità di artisti di talento, pensatori e operatori, amici e familiari intorno a me. I loro sforzi primari (ALLORA) sembravano essere per aiutare a cancellare un percorso e per aiutare a proteggere. Tuttavia, quando crei effettivamente qualcosa di abbastanza potente da spostare i tori#t fuori strada, tutti i tipi di forze ed energie potrebbero non piacere. Possono cercare di corrompere e scoraggiare, disturbare e distrarre, dividere e sabotare but ma abbiamo testimoniato il fatto che questo è accaduto — una giovane donna nera attraverso la cultura hip-hop, un’eredità di anima, Spirito e un apprezzamento per l’educazione e l’educazione degli altri comunicava amore e messaggi senza tempo e necessari al mondo.

Il music business può essere un’industria di intrecci, in cui un piccolo numero di persone dovrebbe essere responsabile di un numero molto elevato di persone. È difficile trovare equità in una situazione del genere. Ora, cerco più equità ed equità possibile. Apprezzo essere amato per i miei contributi alla musica, ma è importante essere amato per quello che sei come persona, e questo può essere un equilibrio delicato ma estremamente importante da raggiungere. Sperimentare questo è importante per me.