Superare il rifiuto

Parlare con un amico o un familiare sull’esperienza del rifiuto può essere utile, ma alcuni individui che sono più sensibili al rifiuto e coloro che sperimentano frequenti rigetti o esclusioni possono trovare più difficile superare il dolore.

La terapia può consentire alle persone che sono profondamente colpite dal rifiuto di esplorare e lavorare attraverso i loro sentimenti, consentendo loro di costruire autostima e fiducia, nonché connessioni significative con gli altri.

  • Terapia per Superare il Rifiuto
  • Coppie di Consulenza per il Rifiuto
  • Come Gestire il Rifiuto
  • Affrontare il Rifiuto in Terapia: Esempi di

Terapia per Superare il Rifiuto

a Volte, il rifiuto può avere conseguenze gravi, come la depressione, abuso di sostanze, e ideazione suicidaria. Queste condizioni possono essere affrontate e trattate in terapia, e un terapeuta può anche essere in grado di aiutare un individuo ad esplorare potenziali ragioni per il rifiuto e lavorare per ottenere un miglioramento personale in queste aree.

Alcuni individui possono interiorizzare il dolore del rifiuto, credendo che ci sia qualcosa di sbagliato in loro, ma altri potrebbero esternarlo, credendo che la colpa sia di coloro che li hanno respinti. I sentimenti cronici di rifiuto possono portare a risposte estreme, come l’aggressività. Questi comportamenti possono avere l’effetto di isolare ulteriormente un individuo, ma possono anche avere un effetto negativo sugli altri. Discutere i propri sentimenti con un terapeuta può aiutare a prevenire questi comportamenti dannosi.

Il rifiuto può essere frustrante e portare a insicurezza e disagio interno, e la terapia può aiutare un individuo ad affrontare questi problemi. Inoltre, una persona che viene continuamente respinta può trovare la terapia utile per l’esplorazione di potenziali ragioni per il rigetto cronico. Gli individui che temono un ulteriore rifiuto o il desiderio di aiuto in movimento passato un rifiuto precedente possono trovare che un professionista della salute mentale può aiutare e sostenerli attraverso questo processo.

Coppie Consulenza per il rifiuto

Consulenza può beneficiare coppie in cui problemi di rifiuto colpiscono uno o entrambi i partner. Può anche essere di aiuto quando il rifiuto è sperimentato all ” interno del rapporto. Un partner può essere a conoscenza di come certi comportamenti rendono l ” altro partner si sentono respinti, e la terapia può aiutare a scoprire le ragioni alla base del comportamento. Quando un individuo è consapevole di questi comportamenti, la terapia può ancora aiutare ad affrontare le ragioni di fondo e sostenere la coppia come lavorano attraverso eventuali problemi nel loro rapporto e affrontare eventuali problemi che possono essere sorti nel rapporto o a livello personale. Trova un consulente di coppia qui.

Come gestire il rifiuto

Coloro che si trovano respinti spesso possono diventare angosciati o frustrati. Possono cominciare a rifiutare se stessi, credendo che non sono abbastanza buoni per gli altri o che non ci riusciranno mai. Anche se può essere difficile far fronte con il rifiuto, soprattutto quando sembra come se fosse frequente, può essere utile per:

  • Riconoscere l’evento e accettare che è stato doloroso. Il rifiuto è un’esperienza comune e il dolore e l’angoscia sono risposte normali.
  • Esprimere sentimenti verbalmente, a se stessi o agli altri. Questo può aiutare a chiarire l’evento e facilitare la comprensione del motivo per cui uno è stato rifiutato.
  • Evitare di soffermarsi sull’evento, in quanto ciò può portare ad auto-biasimare e può rendere difficile andare avanti dopo essere stati respinti.
  • Usa i fatti per capire il rifiuto. Evitare di auto-colpa o pensieri negativi circa il sé.
  • Raggiungere amici o familiari. Interazioni sociali positive possono fornire sollievo dal dolore naturale.
  • Impegnarsi in attività fisica, in quanto l’esercizio fisico può spesso alleviare il dolore del rifiuto.

Gli individui con bassa autostima possono trovare il rifiuto di essere più doloroso, e può essere più difficile per loro di recuperare dal rifiuto. La ricerca ha anche dimostrato che le persone che sono più sensibili al rifiuto possono essere suscettibili di impegnarsi in un comportamento che porta a ulteriori incidenze di rifiuto. Essi possono anche essere più propensi a sperimentare la solitudine, in quanto possono tentare di evitare il rifiuto cronico nelle loro interazioni evitando situazioni sociali del tutto.

Lavorare per rafforzare la resilienza e sviluppare un forte sistema di supporto di familiari e amici fidati può aiutare coloro che sono sensibili al rifiuto a superare qualsiasi sensibilità e rafforzare la fede nei propri valori.

Affrontare il rigetto in terapia: Esempi di casi

  • Terapia per affrontare la frustrazione con rigetto cronico: Eddie, 29 anni, entra in terapia, riportando sentimenti di stress, depressione e frustrazione che hanno portato ad aggressività e irritabilità. Dice al terapeuta che ha cercato di data, ma che non ha avuto successo: è stato innamorato con il suo buon amico per diversi anni, ma lei avrebbe preferito data “uno scatto dopo l” altro ” di uscire con lui. Eddie dice che ha cercato di andare avanti e data altre ragazze, ma che nessuna delle ragazze che chiede fuori esprimere alcun interesse per lui. Dice al terapeuta che è depresso e frustrato che il suo amico non ha sentimenti per lui, dal momento che crede che sia “quella” e che ogni ragazza sarebbe “fortunata” ad uscire con lui. Il terapeuta inizia chiedendo Eddie se crede che il suo amico dovrebbe avere il diritto di scegliere il proprio incontri compagno. Eddie ammette che lei dovrebbe, ma afferma ancora una volta che non riesce a capire il motivo per cui avrebbe preferito uscire con altri uomini quando lui è “sempre così bello con lei.”Il terapeuta poi chiede a Eddie se sta solo trattando il suo amico con gentilezza nella speranza che lei lo esca con lui. Egli nega questo in un primo momento, ma poi ammette che questo potrebbe essere il caso. Dice che apprezza la sua amicizia, ma preferirebbe essere in un rapporto con lei. Insieme, lui e il terapeuta esaminare i suoi pensieri e il comportamento verso il suo amico e altre donne, e attraverso una serie di esercizi Eddie arriva a rendersi conto che egli tende a vedere le donne come “amici che potrebbero diventare partner romantici”, piuttosto che valorizzarli semplicemente come amici. Il terapeuta lo incoraggia a esaminare ciò che desidera da un rapporto e lo aiuta a capire che l attrazione funziona in entrambi i modi: Egli può essere attratto da qualcuno che non è attratto da lui, e la gentilezza non sarà ulteriore attrazione quando non esiste.
  • Affrontare l’insicurezza e la paura del rifiuto in terapia: Daniela, 24 anni, entra in terapia, segnalando insicurezza e bassa autostima. Lei dice al terapeuta che ha sperimentato diverse rotture cattivi di fila, dove lei era quello scaricato, e afferma che lei è sola e vorrebbe trovare un partner, ma che ora ha paura di riprovare. Ulteriore aggiunta al suo disagio emotivo è la sua recente cessazione del rapporto di lavoro. La posizione era stagionale, ma aveva speranze di essere mantenuta, e la sua attuale ricerca di lavoro non ha ancora dato alcun risultato. Daniela dice che sa che deve trovare un lavoro, ma che non vuole essere respinta di nuovo. Il terapeuta aiuta Daniela ad affrontare prima la questione dell’occupazione, incoraggiando Daniela a contattare le agenzie di collocamento e altri servizi che aiutano le persone a trovare lavoro. Vanno oltre curriculum e riferimenti di Daniela, e il terapeuta incoraggia Daniela a continuare a provare, come lei ha una forte storia di lavoro e riferimenti positivi, tra cui uno dal suo precedente datore di lavoro che afferma che l ” avrebbero tenuta su se fossero stati finanziariamente in grado di farlo. Questo rinnova l’ottimismo di Daniela, e decide di riprovarci. Daniela e il suo terapeuta esplorano anche alcune delle circostanze dalle sue relazioni passate, e identificano insieme alcuni modelli, alcuni legati a Daniela, alcuni legati a quelli che ha datato, che Daniela può essere a conoscenza di quando cerca ulteriore intimità. Affrontano ed esplorano anche i punti di forza e i suoi obiettivi di Daniela, ed è in grado di sviluppare l’auto-compassione e una maggiore consapevolezza di sé.