Will Contests-Le basi

Lungo un soggetto di soap opera e film, contestare una Volontà è un processo molto più dettagliato e difficile di quanto la maggior parte delle persone immagina. I tribunali cercano di sostenere la validità dei Testamenti quando possibile poiché i desideri della persona deceduta sono altamente considerati dalla Corte e la Corte invaliderà la Volontà solo se le prove del concorrente sono potenti, in effetti.

Inoltre, i risultati di invalidare un Testamento possono essere molto diversi da quelli previsti dal concorrente. Particolarmente pericoloso è incontrare una clausola di “No Contest” in un Testamento che, essenzialmente, disereda automaticamente chiunque cerchi di invalidare un Testamento. Supponendo che la Volontà sopravviva al concorso, il concorrente potrebbe aver perso il diritto di ereditare qualsiasi cosa sotto quella Volontà! Mentre tali clausole non sono valide per varie classi di persone e vari tipi di “sfide” alla Volontà, sono diventate standard nella maggior parte dei Testamenti e il saggio contendente sarà più attento nel determinare la legge prima di saltare in tribunale.

Questo articolo descrive brevemente la legge fondamentale e le procedure per i concorsi di volontà, ma si consiglia vivamente al lettore di ottenere una consulenza legale competente prima di presentare qualsiasi documento al Tribunale. Un articolo separato su questo sito web discuterà clausole di Non concorso in Testamenti e l’effetto sull’analisi costi-benefici di contestare una Volontà.

MOTIVI PER INVALIDARE UN TESTAMENTO

a. Chi può contestare?

In parole povere, un concorso di Volontà è uno sforzo per invalidare una scrittura, vale a dire lo strumento che è stato presentato al Tribunale di successione che pretende di essere l’ultima Volontà e Testamento di una persona ormai deceduta.

Qualsiasi persona “interessata” può contestare un Testamento, incluso un erede, un devisee, un figlio, un coniuge, un creditore, un beneficiario o un’altra persona che abbia qualsiasi diritto di proprietà o rivendicazione contro la proprietà del defunto che potrebbe essere influenzata dal procedimento di successione. (Codice di successione Sezione 48 (di seguito “PC”)).

L ‘”esecutore” è una persona nominata nel Testamento per essere responsabile della successione del Testamento. Si noti che un esecutore nominato nel Testamento che non erediterà non ha in piedi per portare un concorso di Volontà. Per i modi generali un Testamento funziona, vedere il nostro articolo su Testamenti e trust.

È fondamentale notare che una volta che un Testamento è ammesso alla successione dal Tribunale, mentre può ancora essere contestato è molto più difficile e la posizione di contestarlo è ulteriormente limitata. È sempre preferibile per il concorrente di sfidare la Volontà prima di essere ammesso alla successione e, al contrario, se si sta difendendo una Volontà, è meglio per voi di avere la Volontà ammesso alla successione il più presto possibile e spero che i concorrenti aspettare fino a quando si ha successo.

b. Motivi della contestazione

L’esecuzione o la revoca di un Testamento o di qualsiasi parte di esso è inefficace nella misura in cui l’esecuzione o la revoca sono state ottenute per COSTRIZIONE, MINACCIA, FRODE O INFLUENZA INDEBITA (PC 6104). Inoltre, la validità di un Testamento dipende da questioni come la competenza a fare Testamento, il rispetto dei requisiti di esecuzione e la revoca e la rinascita di un Testamento (PC 6100-6124.)

1. Validità ed esecuzione di un Testamento.

Ogni individuo di diciotto anni o più che sia sano di mente può fare Testamento. (PC 6100 (a)).

Una persona non è mentalmente competente a fare Testamento se, al momento di fare testamento, uno dei seguenti è vero (PC6100.5 (a)):

  1. Lui o lei non hanno sufficiente capacità mentale di comprendere la natura dell’atto testamentario, o a capire e a ricordare la natura e la situazione di sua proprietà o a ricordare e a capire la sua o le sue relazioni di discendenti, il coniuge e i genitori e per coloro i cui interessi sono influenzati dalla Volontà, o

  2. Lui o lei soffre di un disturbo mentale con sintomi quali deliri o allucinazioni deliri o allucinazioni risultato nella persona dell’elaborazione di proprietà in un modo che, fatta eccezione per l’esistenza di deliri o allucinazioni, lui o lei non avrebbe fatto.

La lettura errata o l’interpretazione errata dei criteri di cui sopra ha portato troppi a sfidare le Volontà. I Tribunali sostengono le Volontà se possono, e se le delusioni o le allucinazioni non hanno portato alla Volontà direttamente influenzata da tali delusioni, la Volontà rimarrà in piedi. Goodman contro Zimmerman (1994) 25 Cal. App. 4, 1667. Anche una persona soggetta a una nave conservatrice non è necessariamente incapace di fare Testamento. (PC 1871 c.) Uno dei casi preferiti dello scrittore riguardava un uomo che parlava regolarmente alle caselle di posta, ma era trovato del tutto competente a scrivere il suo Testamento poiché sapeva cosa possedeva, chi erano i suoi parenti e chi voleva ereditare. La Corte ha concluso che parlare con le cassette postali non ha influenzato la capacità del testatore di scrivere un Testamento appropriato!

Un testamento deve essere scritto, firmato dal testatore (o qualcuno che agisce in testatore nome e la presenza e dal testatore direzione) e testimoniato da essere firmata da almeno due persone, ciascuna delle quali, essendo presente, al tempo stesso, assistito a uno la firma della Volontà del testatore di riconoscimento della firma o la Volontà, e capire che lo strumento che segno è la Volontà del testatore. (PC 6110.)

Un Testamento non conforme ai requisiti di cui sopra può comunque essere valido come testamento olografico, testimoniato o meno, SE la firma e le disposizioni materiali sono nella grafia del testatore. (PC 6111 a).

Va notato che il relativamente nuovo PC 21350 invalida generalmente le disposizioni in Testamenti, trust e altri strumenti che pretendono di fare regali a una delle seguenti persone:

  1. La persona che ha redatto lo strumento.

  2. Una persona che è legato per sangue o matrimonio o è un convivente con o dipendente della persona che ha redatto lo strumento.

  3. Qualsiasi partner o azionista di qualsiasi società di diritto o società di diritto in cui una persona descritta nella prima categoria di cui sopra ha un interesse di proprietà e qualsiasi dipendente di tale società di diritto o società di diritto.

  4. Qualsiasi persona che abbia un rapporto fiduciario con il trasferimento, incluso un conservatore o un fiduciario, che trascrive lo strumento o lo fa trascrivere.

  5. Una persona che è legato per sangue o matrimonio a o è un convivente con o dipendente di una persona descritta nella categoria immediatamente sopra.

  6. Un custode di cura di un adulto a carico.

I tribunali hanno ampiamente interpretato le disposizioni di cui sopra e la consulenza dovrebbe essere cercato se si rientra in una delle categorie di cui sopra. Per esempio, un conservatore è stato tenuto a non aver “causato una volontà e la fiducia da trascrivere ai fini di questa regola” quando aveva chiamato una società di pianificazione immobiliare per incontrare il conservatore, ha portato l’agente della società a casa del conservatore, e ha scritto un assegno dai fondi del conservatore per la Volontà e la fiducia. Tenuta di Swetmann (2000)85 Cal. App. 4 ° 807.

E ci sono eccezioni alle restrizioni di cui sopra sul trasferimento. Il trasferimento non viene invalidata se

  1. Il cedente è legati da vincoli di sangue o di matrimonio, o è convivente con il cessionario o la persona che ha redatto lo strumento;

  2. Lo strumento è esaminato da un indipendente avvocato che consigli il cedente sulla natura prevista del trasferimento e firmato e consegna di un CERTIFICATO DI REVISIONE INDIPENDENTE nella forma descritta nel PC 21351 b;

  3. Dopo la completa divulgazione dei rapporti delle persone coinvolte, la Corte approva lo strumento con ordinanza ai sensi del PC 2580 (sostituisce la propria sentenza sulla validità del trasferimento);

  4. Il cessionario è un ente pubblico federale, statale o locale o 501 C 3 charity.

E ci sono ancora più eccezioni

Per contestare la validità della Volontà il concorrente deve muoversi rapidamente se i motivi sono avanzati sotto PC 21350. Se il trasferimento contestato è per volontà, il concorso deve essere presentata prima di un ordine per la distribuzione finale è fatto. Se il trasferimento contestato è effettuato con un atto diverso da un Testamento, deve essere iniziato entro tre anni successivi alla data in cui il trasferimento diventa irrevocabile o tre anni dalla data in cui la persona che ha proposto il ricorso scopre o avrebbe ragionevolmente dovuto scoprire i fatti rilevanti per il trasferimento. (PC 21356b).

È fondamentale ottenere una consulenza professionale per iscritto il tuo Testamento o cercando di invalidare un Testamento: non lasciate che il contorno di base di cui sopra sostituto per la ricerca di una guida legale in questo settore: questo articolo è diretto a coloro che desiderano conoscere le basi di contestare la validità di un Testamento.

2. Influenza indebita come motivo per invalidare un Testamento.

L’influenza indebita NON è semplicemente influente sul testatore. “La semplice influenza generale non è sufficiente per invalidare una Volontà di influenza indebita.”Estate di Callahan (1967) 67 Cal App 4 ° 609.

L’influenza indebita è l’influenza che distrugge l’agenzia libera del testatore e sostituisce l’agenzia di qualche altra persona; la prova di un’influenza indebita richiede la prova di una pressione che ha sopraffatto la mente di testator e ha abbattuto la volontà di testator. Hagen v Hickenbottom (1995) 41 Cal App 4th 168.

L’indebita influenza sorge solo se vengono mostrati tutti i seguenti elementi: (1) esistenza di una relazione riservata tra il testatore e la persona che si presume abbia esercitato un’indebita influenza; (2) partecipazione attiva da parte di tale persona alla preparazione o esecuzione effettiva della Volontà, tale condotta non è meramente incidentale e (3) indebito profitto derivante a tale persona in virtù Tenuta di Sarabua (1990) 221 Cal App 3d 599.

3. Costrizione, frode, minaccia

Queste affermazioni sono anche motivi per invalidare una Volontà e sono spesso mescolate con un’influenza indebita, descritta sopra. Sono ciò che sembrano essere: uso della forza o minacce per costringere qualcuno a scrivere una Volontà in un modo specifico: in breve, mentre indebita influenza utilizza indebita persuasione, costrizione, frode e minaccia utilizzare vari tipi di minacce per realizzare gli stessi fini.

2. PROCEDURA PER INVALIDARE UN TESTAMENTO

Il concorrente presenta una richiesta speciale presso il tribunale di successione per confutare il testamento. È un procedimento speciale creato per statuto e sconosciuto nella common law.

Molto spesso c’è controversia sul fatto che una particolare supplica sia un concorso di volontà poiché molto spesso il concorrente non vuole che la supplica sia così etichettata nel tentativo di evitare le disposizioni del No Contest in un Testamento. La stessa questione se una supplica sia un concorso è spesso una questione di legge e movimento complessi e prolungati.

Una persona interessata può contestare un Testamento opponendosi a una petizione per la successione. L’obiezione deve essere presentata per iscritto, verificata e depositata all’udienza della petizione o prima di essa.

Se un concorrente si oppone alla successione di un Testamento, viene emessa una citazione e notificata a ciascun erede del defunto e all’esecutore. L’avviso deve essere fornito a tutte le persone interessate e la notifica della citazione è la stessa di qualsiasi causa civile.

Viene depositata una risposta; ci sono mozioni e scoperte preliminari come in qualsiasi altra azione civile. Vedi il nostro articolo sul sistema americano di contenzioso. Non c’è diritto a un processo con giuria: la Corte è il trier di fatto. I concorrenti hanno l’onere della prova. (PC 8252a). I testimoni sono chiamati e controinterrogati proprio come in un processo civile e la decisione del Tribunale può essere impugnata.

CONCLUSIONE

Un concorso di Volontà è una supplica avversaria, spesso costosa, spesso dirompente della coesione familiare, ma a volte indispensabile per realizzare i veri desideri di un parente ormai defunto. Tali concorsi non sono affatto rari, nonostante le disposizioni Non Contest discussi altrove su questo sito web e il compito principale della persona che si considera uno è quello di ottenere una buona consulenza legale rapidamente e, se del caso, di presentare rapidamente dal momento che più si attende, più difficile è normalmente il concorso.

Se sei un esecutore o un esecutore nominato di fronte a una tale sfida, ancora una volta la velocità è essenziale se si vuole ridurre al minimo le possibilità di un concorso. Il fatto è che più a lungo si attende di archiviare per probare la Volontà, più è probabile che ne consegua un contenzioso.

L’onere è elevato per invalidare una Volontà e il compito non dovrebbe essere intrapreso alla leggera. Ma i tribunali si impegnano a determinare se i desideri del testatore sono veramente soddisfatti dalla Volontà presentata per l’omologazione e la sfida, sebbene significativa, è tutt’altro che impossibile da soddisfare.

Prima di fare questo passo, si dovrebbero cercare buoni, calmi e ponderati consigli non solo da parte degli avvocati, ma anche da parte di altri membri della famiglia.